Nel segno degli Adas

È un mercato in rapida espansione quello dei sistemi per l'assistenza alla guida, al punto che l'Osservatorio Autopromotec stima, sulla base di informazioni di fonte Bain & Company, un fatturato globale di 26 miliardi di dollari nel 2025, oltre tre volte gli otto del 2016. Gli Adas più diffusi sono, ad esempio, i sensori di parcheggio, la frenata automatica di emergenza, i dispositivi di avviso di cambio corsia e di controllo della velocità. Tutti equipaggiamenti che entreranno sempre più di frequente nella dotazione di serie ed evolveranno fino a diventare parte integrante delle tecnologie per la guida autonoma.

È indubbio che questi sistemi hanno e avranno un impatto importante anche nel settore della riparazione. Di norma i sensori degli Adas vengono posizionati sul vetro anteriore dell'auto, dietro lo specchietto retrovisore. Quindi, in caso di sostituzione del parabrezza, per un qualsiasi problema occorrerà controllare e ricalibrare anche i sistemi Adas di cui il veicolo è dotato. Per la manutenzione e la ricalibratura di tali sistemi occorrono quindi formazione, strumenti dedicati e competenze che gli autoriparatori devono acquisire per offrire un servizio in linea con l'evoluzione tecnologica.

Di Adas si parlerà all'Autopromotec Conference - Stati Generali dell'aftermarket automotive, in programma il 13 e 14 giugno all'Unipol Arena di Casalecchio di Reno (Bo). Tema centrale della due giorni sarà 'Officina 4.0: digitalizzazione e nuovi trend della mobilità, il futuro dell'autoriparazione', per discutere di tutto ciò che sta incidendo profondamente nel mondo dell'assistenza: digitalizzazione, connettività, guida autonoma, elettrificazione, mobilità condivisa.

  • Carpooling, che passione!
    16 gennaio 2019 - Fare il tragitto casa-lavoro con colleghi e dipendenti di aziende limitrofe, lasciando a casa la propria auto quando non si è 'di turno' alla guida, ha permesso di togliere dalle strade 116.569 auto e di risparmiare 3.120.385 chilometri, un dato cresciuto dell'82 per cento nel 2018 rispetto al 2017. Ne hanno beneficiato, ovviamente, sia il portafoglio...

  • Veicoli commerciali: 2018 con segno meno
    14 gennaio 2018 - Dopo un primo semestre con vendite allineate a quelle del 2017 e un forte peggioramento a partire da settembre, complice una non completa disponibilità di prodotti rispondenti alle nuove norme di omologazione, entrate in vigore il 1° settembre per gli autocarri di fascia di peso più bassa, i veicoli commerciali chiudono l'anno 2018 con una flessione...

  • Robo-taxi, il futuro è qui
    12 gennaio 2019 - Tra televisori arrotolabili e valigie che muovono le orecchie, al Ces di Las Vegas sono state presentate anche soluzioni di mobilità pronte all'uso. O almeno a test su larga scala. Stiamo parlando del robo-taxi del Gruppo tedesco ZF specializzato in componentistica e soluzioni high tech. Senza volante e senza pedaliera, derivato da un veicolo di serie...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK