Auto VS mezzi pubblici

Invecchia e non sempre ce ne prendiamo cura come dovremmo, ma l'auto resta il nostro mezzo di trasporto preferito. Secondo il rapporto Censis-Michelin che ha fotografato 'Le abitudini della mobilità', sono circa 27 i milioni di italiani che la preferiscono ai mezzi pubblici, ovvero il 65,4 per cento di chi si sposta per lavoro o altro (era il 57,4 nel 2001).

Il pendolare tipo percorre in media 28,8 chilometri al giorno stando al volante 57,5 minuti; le donne e gli anziani, i residenti nel Nordovest del Paese e quelli dei piccoli comuni coprono le maggiori distanze. Il primo desiderio degli italiani che si muovono è viaggiare sicuri ma, secondo i dati della polizia stradale, "predicano bene e razzolano malissimo".

Ricordiamo infatti che per il piano 'Vacanze sicure 2018', su circa 10mila veicoli controllati in sette regioni tra il 20 aprile e il 31 maggio 2018, i pneumatici sono risultati non conformi nel 24,72 per cento dei casi. Durante i controlli ordinari la polizia stradale ha elevato 12.946 violazioni per guida con pneumatici inefficienti (con il battistrada usurato) e 4.311 violazioni per il battistrada con lesioni e tagli.

Il rapporto Censis-Michelin ci dice anche che prima di un viaggio i componenti dell'auto che si controllano di più sono i freni (71,7 per cento), i pneumatici (64,7), l'olio del motore (36,2), le cinture di sicurezza e l'airbag (30,1), la frizione e l'acqua del radiatore (22), infine il funzionamento delle luci (18,5 per cento). Un check tanto più necessario considerando che il parco auto invecchia: l'età media delle vetture controllate è di 8 anni e 2 mesi.

  • Isfort, mobilità su due gambe
    12 novembre 2018 - Nel 2017 il tasso di motorizzazione ha raggiunto le 63,7 auto ogni 100 abitanti contro le 62,5 del 2016, ma gli italiani per muoversi non disdegnano la bicicletta, il trasporto pubblico e soprattutto le proprie gambe, modalità quest'ultima in vistosa crescita: era il 17,1 per cento due anni fa, il 22,5 l'anno scorso. Sono cifre contenute...

  • Targhe estere, rischio confisca dell’auto
    9 novembre 2018 - Il governo, grazie a un provvedimento ad hoc contenuto nel decreto sicurezza, ha deciso un vero e proprio giro di vite per quei non pochi furbetti che, grazie a una finta residenza fiscale all'estero di una società, immatricolavano la propria auto oltreconfine, dunque con una targa straniera, pur svolgendo però la propria attività lavorativa...

  • Motorizzazione, carico fiscale da record
    7 novembre 2018 - Nuovo record per il carico fiscale sulla motorizzazione in Italia: nel 2017 ha raggiunto i 74,4 miliardi di euro, il 2 per cento in più rispetto all'anno prima. Stabile la percentuale sul gettito complessivo, che si mantiene al 16 per cento come già nel 2015 e nel 2016, mentre la percentuale sul Pil è del 4,3 per cento contro una media europea...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK