Automechanika, l'Italia c'è

A Francoforte il post vendita parla italiano: 500 dei 5.000 espositori di Automechanika, 25esima edizione della fiera internazionale di riferimento dell'industria automotive e aftermarket, provengono infatti dal nostro Paese. Fino a sabato 15 settembre, i visitatori toccheranno con mano una gamma di prodotti e soluzioni per l'intera catena del valore dell'auto: attrezzature, parti, accessori, sistemi di gestione e servizi, pneumatici (categoria quest'ultima cui è riservato un intero padiglione).

Novità 2018, Classic Cars, piattaforma B2B dedicata alle auto d'epoca che riunisce professionisti del settore insieme ai principali player ed esperti del panorama automobilistico d'antan. "I veicoli classici - ha dichiarato il direttore di Automechanika, Olaf Musshoff - hanno un volume di mercato di circa 16 miliardi di euro. Vogliamo riunire gli addetti ai lavori e quelli potenziali di tutto il mondo. La riparazione di auto vecchie e giovani classiche potrebbe essere un'attività redditizia per molte autofficine. Tuttavia, è importante sapere come procedere".

Queste le categorie merceologiche di Automechanika: Accessories & Customizing, Car Wash, Care & Reconditioning, Dealer & Workshop-Management, Electronics & Systems, Parts & Components, Repair & Maintenance, Tomorrow's Service & Mobility, Alternative Drive Systems & Digital Solutions.
Nella Festhalle, inoltre, i produttori di tecnologie di riparazione ultramoderne per officine presentano riparazioni robotizzate, stampa 3D e realtà aumentata.

  • Isfort, mobilità su due gambe
    12 novembre 2018 - Nel 2017 il tasso di motorizzazione ha raggiunto le 63,7 auto ogni 100 abitanti contro le 62,5 del 2016, ma gli italiani per muoversi non disdegnano la bicicletta, il trasporto pubblico e soprattutto le proprie gambe, modalità quest'ultima in vistosa crescita: era il 17,1 per cento due anni fa, il 22,5 l'anno scorso. Sono cifre contenute...

  • Targhe estere, rischio confisca dell’auto
    9 novembre 2018 - Il governo, grazie a un provvedimento ad hoc contenuto nel decreto sicurezza, ha deciso un vero e proprio giro di vite per quei non pochi furbetti che, grazie a una finta residenza fiscale all'estero di una società, immatricolavano la propria auto oltreconfine, dunque con una targa straniera, pur svolgendo però la propria attività lavorativa...

  • Motorizzazione, carico fiscale da record
    7 novembre 2018 - Nuovo record per il carico fiscale sulla motorizzazione in Italia: nel 2017 ha raggiunto i 74,4 miliardi di euro, il 2 per cento in più rispetto all'anno prima. Stabile la percentuale sul gettito complessivo, che si mantiene al 16 per cento come già nel 2015 e nel 2016, mentre la percentuale sul Pil è del 4,3 per cento contro una media europea...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK