Paolo Caponi (Boninsegni Auto),
"Il viaggio premio? Capitasse tutti gli anni...!"

"Felicissimo". Così si è espresso Paolo Caponi sia quando ha saputo che sarebbe partito per Marsa Alam sia quando è tornato in Italia con la valigia piena di ricordi. La decisione del titolare di 'Boninsegni Auto', officina organizzata Fiat di Camucia (Ar), su quale dei suoi 14 dipendenti mandare in viaggio premio con AsConAuto è caduta infatti sul responsabile accettazione. Che l'ha accolta commentando: "Magari capitasse una volta l'anno...!".

Deduco che è andata bene?
Un'esperienza bellissima, la struttura meravigliosa, il mare stupendo, il tempo anche, la compagnia ottima… E siccome il secondo giorno mi sono fatto male giocando a beach volley, non ho potuto partecipare alle escursioni e sono stato 'costretto' a fare vacanza. Zoppicando e con il ginocchio gonfio ma il mare me lo sono goduto.

Ed eccola di nuovo in Viale Gramsci. Come sta Boninsegni Auto?
Questo momento in particolare è un po' gramo: rispetto ai 10-12 ingressi giornalieri di media, marzo e la prima settimana di aprile non stiamo andando oltre i quattro-cinque. Speriamo sia la stagionalità. Il peggio è passato? Io spero di sì, noi ci crediamo.

Che cosa riparate?
Per il 90 per cento i nostri marchi, quindi Fiat, Lancia e Alfa Romeo; e Peugeot, marchio che abbiamo acquisito da due anni e mezzo e che sta prendendo piede. Il 10 per cento restante è multimarca. 

Qual è la politica in fatto di ricambi?
Solo ricambi originali. Può capitare, magari per una macchina di passaggio che ha urgenza, di rivolgersi al ricambista generico, se no tutto originale.

È anche per questo che il cliente sceglie Boninsegni Auto?
Per questo e perché è da 50 anni che siamo sul territorio, ci conoscono. Basta il nome.

Con il Cdrt lavorate bene?
I rapporti con il consorzio li tiene Andrea Menci. Che si inserisce: "Siamo clienti da tre anni, si sono presentati, mi sembrava una buona opportunità e in effetti lo è. Prima del Cdrt andavamo di persona concessionaria per concessionaria, era una gran perdita di tempo, avevamo quasi una persona dedicata".

Oltre alla consegna a domicilio ha riscontrato altri vantaggi?
Il rapporto con le concessionarie, che danno priorità ai cliente del consorzio. E la certezza dell'orario di consegna: senza stare a interpellare nessuno, so che alle tre del pomeriggio mi arriva la roba. Infine, anche se fila tutto liscio e l'ho contattato di rado, sapere che per qualunque problema c'è il promoter è una tranquillità.

  • Assistenza: prezzi e attività scendono
    16 novembre 2018 - Per otto autoriparatori su dieci i prezzi dell'assistenza a ottobre si sono mantenuti sostanzialmente stabili, ma i meccanici che segnalano un abbassamento sono più di quelli che segnalano un rialzo (19 contro 1 per cento). Lo dice il Barometro elaborato dall’Osservatorio Autopromotec sulla base della consueta inchiesta mensile...

  • Commerciali: ancora un calo a doppia cifra
    14 novembre 2018 - Così come settembre, che aveva registrato una flessione di circa il 22 per cento rispetto allo stesso mese dello scorso anno, anche a ottobre il mercato dei veicoli commerciali (autocarri con ptt fino a 3,5t) chiude con un calo a doppia cifra. Secondo le stime elaborate dal Centro studi e statistiche Unrae, l'Associazione delle case automobilistiche...

  • Isfort, mobilità su due gambe
    12 novembre 2018 - Nel 2017 il tasso di motorizzazione ha raggiunto le 63,7 auto ogni 100 abitanti contro le 62,5 del 2016, ma gli italiani per muoversi non disdegnano la bicicletta, il trasporto pubblico e soprattutto le proprie gambe, modalità quest'ultima in vistosa crescita: era il 17,1 per cento due anni fa, il 22,5 l'anno scorso. Sono cifre contenute...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK