Navigatore, il più rubato

Ci sono i navigatori satellitari, in particolare i dispositivi integrati nelle plance, che racchiudono i sistemi di info-intrattenimento di ultima generazione, nel mirino dei ladri. Risulta da un rapporto realizzato per conto di Aniasa, che sarà presentato dall'Associazione Nazionale Industria dell'Autonoleggio e Servizi Automobilistici il prossimo 29 maggio, e di cui è stata fornita un'anticipazione.

Nel 2016 i furti di navigatori delle auto a noleggio sono saliti a quota 1.811 per un valore complessivo che supera i 9 milioni di euro (nel 2015 erano stati 1.676). Nel primo semestre del 2017, ultimo dato disponibile, sono stati quasi 850 per oltre 4 milioni e mezzo. Il Nord Italia l'area più colpita (1.185 furti nel 2016), seguita dal Centro (377) e dal Sud (248). Le province maggiormente interessate Milano (933 furti nel 2016), Roma (265) e Napoli (119).

Nel mirino dei malviventi le auto dei brand premium, con Bmw la più penalizzata con 1.580 furti; a seguire Volkswagen (1.066), Mercedes (378) e Audi (288). Ha precisato Giuseppe Benincasa, segretario generale di Aniasa: "Da una parte, le sottrazioni alimentano il mercato nero dei pezzi di ricambio e, dall'altra, consentono ai ladri di entrare in possesso di sofisticati microprocessori, molto potenti e veloci, che vengono utilizzati per la clonazione delle carte di credito".

Oltre al valore del dispositivo rubato - da 1.700 a 7.000 euro per i veicoli premium - bisogna considerare il costo di ripristino dell'auto. Per rubare il navigatore nel più breve tempo possibile, infatti, i ladri danneggiano sensibilmente la parte centrale del cruscotto, compromettendo il cablaggio dei fili. "Ci sono aziende del settore - ha sottolineato Benincasa - che per questo specifico fenomeno sono arrivate a sostenere fino a due milioni di euro di danni".

  • Isfort, mobilità su due gambe
    12 novembre 2018 - Nel 2017 il tasso di motorizzazione ha raggiunto le 63,7 auto ogni 100 abitanti contro le 62,5 del 2016, ma gli italiani per muoversi non disdegnano la bicicletta, il trasporto pubblico e soprattutto le proprie gambe, modalità quest'ultima in vistosa crescita: era il 17,1 per cento due anni fa, il 22,5 l'anno scorso. Sono cifre contenute...

  • Targhe estere, rischio confisca dell’auto
    9 novembre 2018 - Il governo, grazie a un provvedimento ad hoc contenuto nel decreto sicurezza, ha deciso un vero e proprio giro di vite per quei non pochi furbetti che, grazie a una finta residenza fiscale all'estero di una società, immatricolavano la propria auto oltreconfine, dunque con una targa straniera, pur svolgendo però la propria attività lavorativa...

  • Motorizzazione, carico fiscale da record
    7 novembre 2018 - Nuovo record per il carico fiscale sulla motorizzazione in Italia: nel 2017 ha raggiunto i 74,4 miliardi di euro, il 2 per cento in più rispetto all'anno prima. Stabile la percentuale sul gettito complessivo, che si mantiene al 16 per cento come già nel 2015 e nel 2016, mentre la percentuale sul Pil è del 4,3 per cento contro una media europea...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK