Condizionatore: l’optional più richiesto

Condizionatore, servosterzo, airbag, Abs, la radio Cd e il lettore Mp3. Sono questi gli optional ai quali gli automobilisti italiani non rinuncerebbero mai. È quanto emerge da una ricerca condotta da Facile.it, sito che si occupa di confronto assicurativo, su un campione di oltre mille utenti. Tra gli accessori più amati, appunto il condizionatore, del quale non ne possono più fare a meno il 57,97 per cento degli uomini, ma anche il 57,89 per cento delle donne.

Al secondo posto si trova il servosterzo (preferito dal 52,17 per cento degli uomini e dal 39,47 per cento delle donne). Fra gli optional ritenuti ormai indispensabili, la medaglia di bronzo va a quello che fu una vera e propria rivoluzione in termini di sicurezza in auto: l'airbag.

Il cuscino salvavita arriva terzo con il 38,32 per cento delle preferenze, ma se le donne gli assegnano addirittura il secondo posto (47,37 per cento), gli uomini lo lasciano invece fuori dal podio e gli attribuiscono il quarto posto (33,3 per cento) preferendogli l'Abs, terzo nel campione maschile con il 34,78 per cento. Quarta, fra le donne, la radio con Cd e lettore Mp3 (36,84 per cento).

Nella lista degli accessori più odiati, invece, dagli automobilisti, troviamo il cambio automatico (il 37,96 per cento non lo preferisce), i comandi radio integrati nel volante  (28,7 per cento), il cruise control (26,85 per cento) e il navigatore integrato (23,15 per cento).

Tra i desideri degli intervistati emergono anche alcuni optional che gli italiani vorrebbero diventassero obbligatori: tra questi il sensore che avverte in caso si lasci il bambino sul seggiolino con macchina chiusa, l'alcolock, ovvero il dispositivo che blocca il veicolo in caso di eccessivo tasso alcolemico del guidatore e il rilevatore automatico di stanchezza del conducente (40,74 per cento).



  • Isfort, mobilità su due gambe
    12 novembre 2018 - Nel 2017 il tasso di motorizzazione ha raggiunto le 63,7 auto ogni 100 abitanti contro le 62,5 del 2016, ma gli italiani per muoversi non disdegnano la bicicletta, il trasporto pubblico e soprattutto le proprie gambe, modalità quest'ultima in vistosa crescita: era il 17,1 per cento due anni fa, il 22,5 l'anno scorso. Sono cifre contenute...

  • Targhe estere, rischio confisca dell’auto
    9 novembre 2018 - Il governo, grazie a un provvedimento ad hoc contenuto nel decreto sicurezza, ha deciso un vero e proprio giro di vite per quei non pochi furbetti che, grazie a una finta residenza fiscale all'estero di una società, immatricolavano la propria auto oltreconfine, dunque con una targa straniera, pur svolgendo però la propria attività lavorativa...

  • Motorizzazione, carico fiscale da record
    7 novembre 2018 - Nuovo record per il carico fiscale sulla motorizzazione in Italia: nel 2017 ha raggiunto i 74,4 miliardi di euro, il 2 per cento in più rispetto all'anno prima. Stabile la percentuale sul gettito complessivo, che si mantiene al 16 per cento come già nel 2015 e nel 2016, mentre la percentuale sul Pil è del 4,3 per cento contro una media europea...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK