Contraffazione, danni per milioni

2,4 miliardi di euro nell'Unione europea, 274 milioni solo in Italia. A tanto ammonta il danno all'industria provocato dalla contraffazione di pneumatici e batterie secondo uno studio di Euipo, l'Ufficio dell'Ue per la proprietà intellettuale. In Italia, in particolare, il mancato incasso dei legittimi produttori di pneumatici è pari a 256 milioni (2,2 miliardi nell'Unione europea), 18 milioni per quelli di batterie (180 milioni nell'Ue).

Rispetto agli altri Paesi dell'Unione, il nostro si posiziona al quarto posto della classifica per danno economico provocato dalle contraffazioni. Peggio dell'Italia la Spagna (mancate vendite di pneumatici per 445 milioni di euro, di batterie per 32), la Francia (411 e 27) e la Germania (261 e 31 milioni).

La produzione di pneumatici oggetto dell'analisi comprende pneumatici per veicoli, apparecchiature, mobili e altri usi, camere d'aria di pneumatici, battistrada, protettori per pneumatici, nonché la ricostruzione e la rigenerazione di pneumatici. Le batterie, invece, comprendono le pile elettriche nonché le batterie piombo-acido, NiCd, NiMH, al litio, a celle a secco e a celle umide.

Ha dichiarato il direttore esecutivo dell'Euipo, António Campinos: "Auspichiamo che le conclusioni dello studio aiutino i responsabili politici a trovare delle soluzioni efficaci per combattere la contraffazione. Inoltre, dal momento che pneumatici e batterie contraffatti possono avere pesanti conseguenze sulla sicurezza e sull'ambiente, speriamo anche che lo studio aiuti i consumatori a operare scelte responsabili nell'acquisto di questi articoli fondamentali".

  • Isfort, mobilità su due gambe
    12 novembre 2018 - Nel 2017 il tasso di motorizzazione ha raggiunto le 63,7 auto ogni 100 abitanti contro le 62,5 del 2016, ma gli italiani per muoversi non disdegnano la bicicletta, il trasporto pubblico e soprattutto le proprie gambe, modalità quest'ultima in vistosa crescita: era il 17,1 per cento due anni fa, il 22,5 l'anno scorso. Sono cifre contenute...

  • Targhe estere, rischio confisca dell’auto
    9 novembre 2018 - Il governo, grazie a un provvedimento ad hoc contenuto nel decreto sicurezza, ha deciso un vero e proprio giro di vite per quei non pochi furbetti che, grazie a una finta residenza fiscale all'estero di una società, immatricolavano la propria auto oltreconfine, dunque con una targa straniera, pur svolgendo però la propria attività lavorativa...

  • Motorizzazione, carico fiscale da record
    7 novembre 2018 - Nuovo record per il carico fiscale sulla motorizzazione in Italia: nel 2017 ha raggiunto i 74,4 miliardi di euro, il 2 per cento in più rispetto all'anno prima. Stabile la percentuale sul gettito complessivo, che si mantiene al 16 per cento come già nel 2015 e nel 2016, mentre la percentuale sul Pil è del 4,3 per cento contro una media europea...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK