Sicurezza stradale: premiata la Brembo

Da sempre impegnata nel settore sicurezza, la multinazionale tedesca Dekra ha premiato con il Road Safety Award 2018 Alberto Bombassei, presidente della Brembo, azienda lombarda leader nel mondo per la produzione di impianti frenanti per veicoli.

Si tratta della prima edizione di un riconoscimento che viene conferito a società o personaggi che "abbiamo sviluppato un'azione significativa con risultati comprovati nella ricerca sulla sicurezza stradale" o che abbiano effettuato investimenti significativi in questo campo, sia per quello che riguarda i veicoli sia le infrastrutture.

La consegna dell'Award a Bombassei avverrà il prossimo 30 ottobre, a Milano, nel corso dell'incontro periodico di #ForumAutoMotive. Il movimento di opinione, fondato dal giornalista Pierluigi Bonora, da due anni fa infatti parte del Tavolo nazionale per la sicurezza stradale promosso dalla stessa Dekra.



  • Colonnine elettriche: sorpasso storico!
    23 agosto 2019 - Nel Regno Unito si registra lo storico sorpasso dei punti di rifornimento per auto elettriche rispetto alle stazioni di rifornimento tradizionali per auto a benzina. L'evento è stato sottolineato con una nota dalla Nissan, produttrice della Leaf, auto elettrica più venduta in Europa. Nell'occasione, la Casa nipponica ha evidenziato come il sorpasso...

  • Alimentazioni: lunga vita a diesel e benzina!
    21 agosto 2019 - Il punto di vista di Bosch, che è il maggiore fornitore di componentistica e sistemi automotive al mondo, sullo sviluppo a medio e lungo termine delle tecnologie di propulsione, è sicuramente molto autorevole. Attraverso la sua divisione Mobility Solutions, che fattura oltre 47 miliardi di euro all'anno, Bosch spazia infatti da piccole parti...

  • Autostrade, torna il Tutor
    19 agosto 2019 - Autostrade per l'Italia informa che la Corte di Cassazione ha ritenuto del tutto infondati i motivi per i quali la Corte di Appello di Roma in data 10 aprile 2018 aveva ritenuto che il sistema di controllo della velocità media, cosiddetto Tutor, violasse le norme relative alla proprietà intellettuale della società Craft e dovesse essere rimosso. Aspi ha già...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK