Emissioni manipolate: Audi ritira 60mila auto

Non c'è pace in casa Volkswagen sul fronte dei motori diesel e dei software che controllano le loro emissioni. Non si sono infatti ancora spenti i riflettori sull'ex manager della casa di Wolfsburg, Martin Winterkorn, che ora tocca a un altro brand del gruppo, Audi, ammettere di aver rilevato delle irregolarità proprio nel software dei motori diesel di 60mila Audi A6 e A7 e di aver comunicato alla motorizzazione federale di averne fermato la commercializzazione.

Lo ha reso noto in un comunicato stampa lo stesso Ceo di Audi, Rupert Stadler. "Le anomalie le comunichiamo alle autorità competenti perché il nostro maggiore interesse è un chiarimento senza alcuna riserva", ha annunciato Stadler. Da parte sua l'ufficio federale per la motorizzazione ha avviato un'indagine proprio per il sospetto di un inammissibile impianto di manipolazione nelle auto Audi V6 TDI dei modelli A6 e A7.

Per Audi e per la casa madre VW, si tratterebbe di una dolorosa ammissione, che potrebbe danneggiare ulteriormente la reputazione del marchio. Come detto infatti, a livello mondiale sarebbero ben 60mila le automobili coinvolte nell'inchiesta, di cui oltre la metà in Germania. Ad aggravare la situazione c'è poi il fatto che per Audi non si tratta purtroppo della prima volta: già a gennaio numerosi modelli diesel, tra cui anche l'A6, erano stati richiamati smpre per via di una manipolazione del sistema del gas di scarico.



  • Carpooling, che passione!
    16 gennaio 2019 - Fare il tragitto casa-lavoro con colleghi e dipendenti di aziende limitrofe, lasciando a casa la propria auto quando non si è 'di turno' alla guida, ha permesso di togliere dalle strade 116.569 auto e di risparmiare 3.120.385 chilometri, un dato cresciuto dell'82 per cento nel 2018 rispetto al 2017. Ne hanno beneficiato, ovviamente, sia il portafoglio...

  • Veicoli commerciali: 2018 con segno meno
    14 gennaio 2018 - Dopo un primo semestre con vendite allineate a quelle del 2017 e un forte peggioramento a partire da settembre, complice una non completa disponibilità di prodotti rispondenti alle nuove norme di omologazione, entrate in vigore il 1° settembre per gli autocarri di fascia di peso più bassa, i veicoli commerciali chiudono l'anno 2018 con una flessione...

  • Robo-taxi, il futuro è qui
    12 gennaio 2019 - Tra televisori arrotolabili e valigie che muovono le orecchie, al Ces di Las Vegas sono state presentate anche soluzioni di mobilità pronte all'uso. O almeno a test su larga scala. Stiamo parlando del robo-taxi del Gruppo tedesco ZF specializzato in componentistica e soluzioni high tech. Senza volante e senza pedaliera, derivato da un veicolo di serie...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK