Crash-test non convenzionali

Prima volta, nella storia dei crash-test Euro NCAP, per due modelli alimentati da motori non convenzionali: Hyundai Nexo, veicolo fuel cell alimentato a idrogeno, e Lexus ES, veicolo ad alimentazione ibrida. Entrambi hanno ottenuto cinque stelle.

In particolare, la Hyundai Nexo ha raggiunto il massimo dei punteggi con la buona protezione offerta agli occupanti, alcune criticità per i passeggeri posteriori nella protezione al colpo di frusta in caso di tamponamento a causa della conformazione geometrica dei poggiatesta. Miglior punteggio della serie di test per la completa e molto performante dotazione di sistemi di assistenza alla guida (ADAS).

Quanto a Lexus ES, ha ottenuto ottimi punteggi in tutte le prove con eccellenza nel funzionamento dell'AEB in ambito urbano. Piccole criticità nella protezione del bacino del passeggero posteriore e per l'air bag laterale posteriore non perfettamente funzionante. Completa la dotazione di ADAS, eccetto qualche criticità nel rilevamento dei ciclisti.

Sottoposte ai crash-test anche Mazda 6 e Mercedes Classe A, valutate entrambe con cinque stelle nonostante alcune criticità nell'urto frontale per il passeggero posteriore di Mazda e qualcosa da migliorare nel sistema di assistenza del mantenimento della corsia e l'assenza del sistema di monitoraggio degli angoli ciechi di Mercedes.

Quattro stelle, invece, per i tre modelli 'gemelli', Peugeot Rifter, Citroën Berlingo e Opel Combo. Per loro, buona la protezione dei passeggeri a bordo, massimo punteggio nell'urto contro barriera laterale, alcune criticità nella protezione del torace e del collo dei passeggeri anteriori in caso di scontro frontale. Inoltre, il sistema AEB ha mostrato qualche 'defaillance' in alcuni scenari testati e nell'identificazione dei VRU che si muovono in modo più veloce (per esempio i ciclisti).

  • Isfort, mobilità su due gambe
    12 novembre 2018 - Nel 2017 il tasso di motorizzazione ha raggiunto le 63,7 auto ogni 100 abitanti contro le 62,5 del 2016, ma gli italiani per muoversi non disdegnano la bicicletta, il trasporto pubblico e soprattutto le proprie gambe, modalità quest'ultima in vistosa crescita: era il 17,1 per cento due anni fa, il 22,5 l'anno scorso. Sono cifre contenute...

  • Targhe estere, rischio confisca dell’auto
    9 novembre 2018 - Il governo, grazie a un provvedimento ad hoc contenuto nel decreto sicurezza, ha deciso un vero e proprio giro di vite per quei non pochi furbetti che, grazie a una finta residenza fiscale all'estero di una società, immatricolavano la propria auto oltreconfine, dunque con una targa straniera, pur svolgendo però la propria attività lavorativa...

  • Motorizzazione, carico fiscale da record
    7 novembre 2018 - Nuovo record per il carico fiscale sulla motorizzazione in Italia: nel 2017 ha raggiunto i 74,4 miliardi di euro, il 2 per cento in più rispetto all'anno prima. Stabile la percentuale sul gettito complessivo, che si mantiene al 16 per cento come già nel 2015 e nel 2016, mentre la percentuale sul Pil è del 4,3 per cento contro una media europea...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK