Giugno, mercato auto giù

Un calo di quasi tre punti percentuali a maggio, di oltre sette a giugno. Decisamente non è un buon momento per il settore auto in Italia. 174.702 le vetture immatricolate lo scorso mese, il 7,25 per cento in meno dello stesso mese dell'anno scorso. Meno eclatante la contrazione se si considera l'intero semestre: -1,45 per cento per un totale di 1.120.829 nuove targhe.

Nella lettura del Centro Studi Promotor, sui risultati di giugno e del primo semestre pesa la decisione del Gruppo FCA di dare precedenza alle vendite ai clienti privati piuttosto che a quelle sugli altri canali, decisamente meno remunerativi: le immatricolazioni FCA in giugno sono infatti calate del 19,3 per cento e del 9,07 nel primo semestre (al netto dei dati del Gruppo, il mercato italiano nel primo semestre è in lieve crescita: +1,71 per cento).

Pesano anche le incertezze sulla situazione politica e il rallentamento del tasso di crescita del Pil, oltre alle perplessità dei proprietari di auto diesel che, data la 'demonizzazione' di questo tipo di alimentazione, si chiedono se orientarsi nuovamente sul diesel o se passare a un altro tipo di alimentazione finendo con il rinviare acquisti già maturi.

Secondo Gian Primo Quagliano, presidente del Centro Studi Promotor, "dopo crescite del 16 per cento nel 2015 e nel 2016 e dell'8 per cento nel 2017, il mercato dell'auto sta vivendo nel 2018 una fase di consolidamento e dovrebbe entrare in una di recupero già nel 2019". Moderatamente positive anche le prospettive per i prossimi mesi.

  • Fusione Psa-Fca: rumors scatenano la Borsa
    20 marzo 2019 - La famiglia Peugeot è pronta a sostenere Psa in eventuali operazioni di acquisizione che potrebbero coinvolgere anche Fca. A rilanciare i rumors su una possibile alleanza, dopo quelli circolati al Salone dell'Auto di Ginevra, è Robert Peugeot: intervistato da Les Echos, l'amministratore delegato della holding di famiglia si dice appunto...

  • Cittadini nel caos: quale motore scegliamo?
    18 marzo 2019 - La demonizzazione del Diesel ha avuto tra i suoi effetti quello di creare confusione tra gli italiani che si apprestano a sostituire la propria auto. Lo rivela l'indagine Doxa 'Cittadini nel caos: quale motore scegliamo?' presentata all'evento milanese Forum Automotive. Secondo lo studio a risposta multipla, il 71 per cento non si sente...

  • Mercato Europa: febbraio in lieve calo
    15 marzo 2019 - A fronte di un inizio anno che ha segnato una marcata flessione delle vendite di auto nuove (-4,6 per cento), il mese di febbraio torna a registrare livelli di vendita più in linea con lo scorso anno, nonostante il risultato riporti un segno negativo. Secondo i dati diffusi dall'Acea, l'Associazione dei costruttori europei, le vendite di autovetture nuove nell'Europa...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK