Immatricolazioni, a luglio lieve ripresa

Andamento altalenante per il mercato auto che a luglio, grazie anche ad un giorno lavorativo in più, torna a crescere del 4,4 per cento. Secondo quanto diffuso ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, le vetture vendute nel 7° mese dell'anno sono state 152.393, quasi 6.500 in più rispetto alle 145.942 del luglio 2017, ovvero come detto il 4,4 per cento in più. Il cumulato dei primi 7 mesi riduce la flessione a -0,7 per cento con l'immatricolazione di 1.273.730 autovetture, rispetto a 1.283.242 del gennaio-luglio 2017.

"Benché in lieve ripresa, non è facile prevedere per il mercato auto in Italia un recupero rispetto allo scorso anno" commenta Michele Crisci, presidente dell'Unrae, l'Associazione delle Case automobilistiche estere. L'analisi della struttura del mercato rileva per luglio un nuovo calo del diesel pari al 5,2 per cento, con una quota di mercato che perde oltre 5 punti fermandosi al 51 per cento del totale.

Di ciò ne hanno beneficiato le auto a benzina che crescono nel mese dell'11,3 per cento al 33,1 per cento di quota sul totale. In crescita tutte le altre alimentazioni: il Gpl (+8,5 per cento) riduce il calo del cumulato al -2,8 per cento e sale all'8,1 per cento di quota nel mese (6,3 per cento nei 7 mesi). Le vetture ibride incrementano i volumi in luglio del 47 per cento, superando il 5 per cento di rappresentatività sul mercato e oltre il 4 per cento nel cumulato.

Grazie all'offerta di nuovi modelli, il metano cresce del 67,8 per cento, portandosi al 2,2 per cento di quota nel mese e al 2,3 per cento nei 7 mesi. Le elettriche incrementano i volumi di oltre il 340 per cento nel mese, raggiungendo lo 0,4 per cento di quota sul totale (0,2 per cento nel cumulato e +153 per cento in volume) con 2.906 unità nei sette mesi.



  • Isfort, mobilità su due gambe
    12 novembre 2018 - Nel 2017 il tasso di motorizzazione ha raggiunto le 63,7 auto ogni 100 abitanti contro le 62,5 del 2016, ma gli italiani per muoversi non disdegnano la bicicletta, il trasporto pubblico e soprattutto le proprie gambe, modalità quest'ultima in vistosa crescita: era il 17,1 per cento due anni fa, il 22,5 l'anno scorso. Sono cifre contenute...

  • Targhe estere, rischio confisca dell’auto
    9 novembre 2018 - Il governo, grazie a un provvedimento ad hoc contenuto nel decreto sicurezza, ha deciso un vero e proprio giro di vite per quei non pochi furbetti che, grazie a una finta residenza fiscale all'estero di una società, immatricolavano la propria auto oltreconfine, dunque con una targa straniera, pur svolgendo però la propria attività lavorativa...

  • Motorizzazione, carico fiscale da record
    7 novembre 2018 - Nuovo record per il carico fiscale sulla motorizzazione in Italia: nel 2017 ha raggiunto i 74,4 miliardi di euro, il 2 per cento in più rispetto all'anno prima. Stabile la percentuale sul gettito complessivo, che si mantiene al 16 per cento come già nel 2015 e nel 2016, mentre la percentuale sul Pil è del 4,3 per cento contro una media europea...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK