Dopo Genova automobilisti più prudenti?

Una buona notizia figlia di una tragedia: dopo il crollo del ponte Morandi a Genova, nello scorso weekend si sono registrati il più basso numero di morti sulle strade italiane e addirittura nessuna vittima sulla rete autostradale. Ne ha dato notizia l'Asaps sulla scorta delle rilevazioni compiute da Polizia Stradale e Carabinieri nelle ultime cinque settimane. 

"I numeri parlano - dicono dall'associazione sostenitori e amici della polizia stradale - e ci fanno pensare che l'incidente di Bologna prima e quello drammatico del viadotto di Genova poi è come se avessero messo paura agli automobilisti e motociclisti. Non può essere solo una coincidenza che nel fine settimana successivo al crollo del ponte Morandi si segni il record minimo di morti sulle strade e di zero morti sulle autostrade. Forse - concludono - è aumentata la prudenza e diminuita la velocità".

Più in dettaglio. Nel fine settimana del 20-22 luglio sono stati 29 i morti sulle strade italiane di cui quattro in autostrada (record di mortalità nei fine settimana del 2018); 17 morti nel weekend del 27-29 luglio e 23 in quello di esodo del 3-5 agosto. Nel fine settimana precedente al disastro di Genova, invece, si è registrato un lieve calo a quota 11 morti, di cui due in autostrada (10-12 agosto), mentre nel fine settimana dal 17 al 19 agosto, cioè il weekend successivo alla tragedia, il dato della mortalità precipita a sette morti totali (numero minimo di tutto il 2018 insieme a due fine settimana di febbraio) e zero in autostrada.

  • Carpooling, che passione!
    16 gennaio 2019 - Fare il tragitto casa-lavoro con colleghi e dipendenti di aziende limitrofe, lasciando a casa la propria auto quando non si è 'di turno' alla guida, ha permesso di togliere dalle strade 116.569 auto e di risparmiare 3.120.385 chilometri, un dato cresciuto dell'82 per cento nel 2018 rispetto al 2017. Ne hanno beneficiato, ovviamente, sia il portafoglio...

  • Veicoli commerciali: 2018 con segno meno
    14 gennaio 2018 - Dopo un primo semestre con vendite allineate a quelle del 2017 e un forte peggioramento a partire da settembre, complice una non completa disponibilità di prodotti rispondenti alle nuove norme di omologazione, entrate in vigore il 1° settembre per gli autocarri di fascia di peso più bassa, i veicoli commerciali chiudono l'anno 2018 con una flessione...

  • Robo-taxi, il futuro è qui
    12 gennaio 2019 - Tra televisori arrotolabili e valigie che muovono le orecchie, al Ces di Las Vegas sono state presentate anche soluzioni di mobilità pronte all'uso. O almeno a test su larga scala. Stiamo parlando del robo-taxi del Gruppo tedesco ZF specializzato in componentistica e soluzioni high tech. Senza volante e senza pedaliera, derivato da un veicolo di serie...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK