Arezzo, in Carrozzeria Motorauto
lavora la Dottoressa Pezzettino

Se al telefono percepisci il sorriso, chissà di persona. È quello che ho pensato intervistando Sara Rossi, responsabile amministrativa di 'Motorauto Carrozzeria' di Arezzo e, nell'altra sua vita, Dottoressa Pezzettino. Si perché, da tre anni, dopo aver fatto una selezione e superato il tirocinio, Sara fa parte della Tribù dei Nasi Rossi: 38 clown, non pagliacci, dai 22 anni in su che portano il sorriso in corsia.

Ma perché Dottoressa Pezzettino?
Perché sono proprio piccola! Ognuno di noi è un personaggio, io che sono abituata ad essere molto razionale quando sono la Dottoressa Pezzettino sono un'altra cosa. 
Si lavora in coppia, tutti con tutti secondo le disponibilità di tempo (una, due volte al mese), sul modello Stanlio e Ollio, così se uno dei due è in difficoltà l'altro interviene.
Sempre nel rispetto del bambino. Noi si va in ospedale ad Arezzo, nei reparti di pediatria e di oncologia, e poi a Villa Monteturli a Firenze, dove ci sono persone con disabilità gravi.
La prima regola della nostra Associazione è rispettare il bambino: si chiede il permesso di entrare nella stanza e si resta fuori se non gradisce, anche se i genitori dicono di sì. Di solito ci accolgono bene. Una volta dentro si improvvisa, si porta il sorriso. Il bambino deve capire che ha una parte malata ma il resto del corpo no, ed è di tutto il resto che deve ricordarsi.
I medici sono contenti, si cerca di non fare confusione, entrano loro e usciamo noi. 

E si torna in carrozzeria... Me la racconta?
È nata nel 2005 per iniziativa di Alfio Rossi e di mio padre, Paolo Rossi (che dal 1980 sono anche titolari di Carrozzeria Savinese a Monte San Savino), insieme ai titolari della concessionaria Motorauto. 
Ci sono tre dipendenti operativi e io in amministrazione con un aiuto part time. È una struttura di 600 metri quadrati coperti sopra la concessionaria, con cui condividiamo il piazzale.

Avete aperto poco prima dell'arrivo della grande crisi. L'avete sentita?
Nei primi anni, poi la situazione è migliorata e oggi è molto positiva, il lavoro c'è. In un mese, contando anche 'le bischerate', i lavoretti, entra una cinquantina di macchine di tutte le marche. Siamo anche autorizzati Ford, Volvo e Mazda che, insieme, incidono per circa il 30 per cento.
La clientela è abbastanza fedele, concentrata ad Arezzo. Che resta un paesone, anche se c'è tanta concorrenza il carrozziere è il carrozziere di fiducia.

Convenzioni ne avete?
Un po' con tutte le Compagnie assicurative. Lavoro ne passano, poi dipende dall'agenzia, dal periodo, se cambia l'agente... È vero che le regole le dettano un po' loro ma un cliente assicurativo è l'occasione per conoscere gente, magari ripari una macchina in convenzione e poi ti arriva quella della moglie o del figlio.
Siamo anche convenzionati con Arval, Car Server e, per Ford, con ALD Automotive. Le società di noleggio sono esigenti, però sono almeno dieci macchine al mese che entrano.

Ricambi originali per tutte?
Dipende dalla richiesta del cliente. Si tende a privilegiare l'originale, se però il cliente paga di tasca propria e la macchina non è più tanto recente, allora qualche volta si va sulla concorrenza. Anche se noi preferiamo montare originale e piuttosto fare uno sconto.
Direi che per il 90 per cento sono ricambi originali, ci semplificano il lavoro e la qualità è diversa. Prendiamo un paraurti per esempio, se è di concorrenza magari non torna bene.

Quando sono originali arrivano in Via Gobetti con i furgoni del Cdrt?
Da un anno e mezzo. Siamo diventati clienti tramite Tizzi Automobili, concessionaria Volkswagen-Audi di Arezzo. Prima andavamo di persona, e anche se ad Arezzo le concessionarie sono tutte qui vicine, era una perdita di tempo.
I ragazzi del Cdrt sono puntuali nella consegna, spaccano il minuto, e sono tutti bravi, entrano in punta di piedi...

Come ordina i ricambi?
Con Integra, io adoro Integra, e adesso con A.Ri.A mi trovo benissimo. Posso fare l'ordine in qualsiasi momento, non sono vincolata a un orario; magari mi arriva una persona e se anche sto facendo un ordine posso fermarmi e darle retta. Qualche volta mi preoccupo che Massimiliano, il nostro promoter, veda i miei accessi magari la sera, dopo cena. Mi vergogno di far vedere che sono al computer...

Scherza, spero! Secondo lei perché i vostri clienti scelgono Motorauto?
Perché trovano Sara! È una battuta, però i clienti che entrano in carrozzeria sono arrabbiati, hanno avuto un disagio, sono preoccupati... Noi riusciamo a tranquillizzarli, pensiamo noi a tutto, e quando vengono a ritirare la macchina mi dicono: "Ci vediamo alla prossima".

P.S. Ho dato un'occhiata al profilo Facebook di Carrozzeria Motorauto. E ho letto:
"Ciao Sara"

"Ciao Michele"
"Sono emozionato per domani, non gli fate mica male vero?"
"Tratteremo la tua macchina come una cucciolina".

  • Isfort, mobilità su due gambe
    12 novembre 2018 - Nel 2017 il tasso di motorizzazione ha raggiunto le 63,7 auto ogni 100 abitanti contro le 62,5 del 2016, ma gli italiani per muoversi non disdegnano la bicicletta, il trasporto pubblico e soprattutto le proprie gambe, modalità quest'ultima in vistosa crescita: era il 17,1 per cento due anni fa, il 22,5 l'anno scorso. Sono cifre contenute...

  • Targhe estere, rischio confisca dell’auto
    9 novembre 2018 - Il governo, grazie a un provvedimento ad hoc contenuto nel decreto sicurezza, ha deciso un vero e proprio giro di vite per quei non pochi furbetti che, grazie a una finta residenza fiscale all'estero di una società, immatricolavano la propria auto oltreconfine, dunque con una targa straniera, pur svolgendo però la propria attività lavorativa...

  • Motorizzazione, carico fiscale da record
    7 novembre 2018 - Nuovo record per il carico fiscale sulla motorizzazione in Italia: nel 2017 ha raggiunto i 74,4 miliardi di euro, il 2 per cento in più rispetto all'anno prima. Stabile la percentuale sul gettito complessivo, che si mantiene al 16 per cento come già nel 2015 e nel 2016, mentre la percentuale sul Pil è del 4,3 per cento contro una media europea...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK