Noleggio a breve, in Italia è sempre boom

È proseguito anche nel primo trimestre di quest'anno il trend di crescita del noleggio a breve termine, con la Panda che ha superato la 500L diventando di fatto regina del "rent a car". Ad affidarsi a questo tipo di servizio sono soprattutto clienti di nazionalità italiana di età compresa tra i 36 e i 55 anni. In rialzo anche il numero dei giovani e dei clienti europei che scelgono di noleggiare una vettura per brevi periodi.

Nel dettaglio, secondo i dati diffusi da Aniasa, associazione nazionale industria dell'autonoleggio e servizi automobilistici, il giro d'affari ha toccato lo scorso anno quota 1 miliardo e 207 milioni di euro contro 1 miliardo e 172 milioni del 2016 (+3,1 per cento). Le società di noleggio a breve termine hanno gestito nel 2017 5,2 milioni di noleggi (+5,7 per cento rispetto al 2016), per un totale di circa 34,7 milioni di giorni di noleggio (+6,9 per cento).

La durata media è aumentata dell'1,1 per cento, salendo a 6,7 giorni. La differenza tra l'aumento dei volumi del 6,9 per cento e la crescita del fatturato del 3,1 per cento va ricercata nella contrazione del 3,6 per cento dei prezzi medi. Infatti, il cliente per noleggiare un'auto nel 2017 ha speso mediamente 34,8 euro al giorno, 232 per tenerla 6,7 giorni (durata media) rispetto ai 238 del 2016.

La classifica dei veicoli più noleggiati per il breve periodo ha confermato ancora una volta la predominanza del Gruppo Fca. Il brand ha collocato sei modelli (anche Tipo e Lancia Y) nelle prime dieci posizioni: in cima alla classifica la Panda ha scavalcato la 500L (-35 per cento, al terzo posto con 6.878 nuove vetture), grazie a una crescita del 14 per cento rispetto al 2016 che ne ha portate su strada ben a 11.053.



  • Isfort, mobilità su due gambe
    12 novembre 2018 - Nel 2017 il tasso di motorizzazione ha raggiunto le 63,7 auto ogni 100 abitanti contro le 62,5 del 2016, ma gli italiani per muoversi non disdegnano la bicicletta, il trasporto pubblico e soprattutto le proprie gambe, modalità quest'ultima in vistosa crescita: era il 17,1 per cento due anni fa, il 22,5 l'anno scorso. Sono cifre contenute...

  • Targhe estere, rischio confisca dell’auto
    9 novembre 2018 - Il governo, grazie a un provvedimento ad hoc contenuto nel decreto sicurezza, ha deciso un vero e proprio giro di vite per quei non pochi furbetti che, grazie a una finta residenza fiscale all'estero di una società, immatricolavano la propria auto oltreconfine, dunque con una targa straniera, pur svolgendo però la propria attività lavorativa...

  • Motorizzazione, carico fiscale da record
    7 novembre 2018 - Nuovo record per il carico fiscale sulla motorizzazione in Italia: nel 2017 ha raggiunto i 74,4 miliardi di euro, il 2 per cento in più rispetto all'anno prima. Stabile la percentuale sul gettito complessivo, che si mantiene al 16 per cento come già nel 2015 e nel 2016, mentre la percentuale sul Pil è del 4,3 per cento contro una media europea...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK