Più tecnologia, più assunzioni

Aumenta il numero di robot ma aumenta anche quello delle persone occupate. La buona notizia, che placa l'ansia da perdita di posti 'per colpa' della tecnologia, arriva da uno studio di Bloomberg Intelligence: su 13 produttori auto con più di 100mila addetti, ben 11 hanno incrementato la forza lavoro rispetto al 2013, per un totale di 3,1 milioni di addetti in più (+11 per cento). I due che non hanno fatto assunzioni sono Nissan e General Motors (quest'ultimo, anzi, ha ridotto il personale di quasi il 20 per cento), ma non a causa dei maggiori investimenti in industria 4.0, piuttosto per le scarse vendite che hanno segnato soprattutto il 2017.

La classifica degli occupati vede Volkswagen al primo posto, con oltre 640mila dipendenti di cui 70mila assunti nell'ultimo quinquennio (+12 per cento). Seguono Toyota, Daimler, FCA, Honda, Ford, BYD, Renault, SAIC, GM, Dongfeng, Nissan e BMW.

Le aziende sanno bene che i settori dove maggiormente bisogna spendere risorse - anche in previsione dell'aumento della domanda di auto elettriche, autonome e connesse - sono quelli del software, della ricerca, dello sviluppo e innovazione, della gestione dei dati. Motivo per cui le società vanno a caccia di figure professionali particolarmente competenti proprio in questi nuovi settori ad alto tasso di crescita.
Emblematico il caso della Cina, dove giganti del calibro di SAIC Motor, Dongfeng Motor Group e BYD, in cinque anni hanno aumentato il proprio personale anche del 24 per cento.

  • Fusione Psa-Fca: rumors scatenano la Borsa
    20 marzo 2019 - La famiglia Peugeot è pronta a sostenere Psa in eventuali operazioni di acquisizione che potrebbero coinvolgere anche Fca. A rilanciare i rumors su una possibile alleanza, dopo quelli circolati al Salone dell'Auto di Ginevra, è Robert Peugeot: intervistato da Les Echos, l'amministratore delegato della holding di famiglia si dice appunto...

  • Cittadini nel caos: quale motore scegliamo?
    18 marzo 2019 - La demonizzazione del Diesel ha avuto tra i suoi effetti quello di creare confusione tra gli italiani che si apprestano a sostituire la propria auto. Lo rivela l'indagine Doxa 'Cittadini nel caos: quale motore scegliamo?' presentata all'evento milanese Forum Automotive. Secondo lo studio a risposta multipla, il 71 per cento non si sente...

  • Mercato Europa: febbraio in lieve calo
    15 marzo 2019 - A fronte di un inizio anno che ha segnato una marcata flessione delle vendite di auto nuove (-4,6 per cento), il mese di febbraio torna a registrare livelli di vendita più in linea con lo scorso anno, nonostante il risultato riporti un segno negativo. Secondo i dati diffusi dall'Acea, l'Associazione dei costruttori europei, le vendite di autovetture nuove nell'Europa...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK