Elettrica: vorrei ma non oso

Ibrida, elettrica, Gpl. Sono, nell'ordine, le auto più desiderate dagli italiani secondo il sondaggio a risposta multipla elaborato da Quintegia su un campione di 1.366 potenziali acquirenti tra i 25 e i 65 anni. Nel presentarlo all'Automotive Dealer Day in corso a Verona, i ricercatori hanno sottolineato che questi tre tipi di alimentazione rappresentano appena il 10 per cento dell'immatricolato nel primo quadrimestre 2018.

Nello specifico, l'ibrido piace al 61 per cento degli intervistati, l'elettrico al 50, il Gpl al 43 per cento. Il diesel, che nella realtà dei dati è ancora la motorizzazione regina (54,8 per cento del totale immatricolato), incontra le preferenze del 37 per cento dei potenziali acquirenti.

A orientare il campione verso l'auto elettrica c'è prima di tutto l'aspetto ecologico (55 per cento), mentre il 47 per cento ne coglie i vantaggi economici, in particolare i risparmi sul bollo auto. Il 32 per cento, infine, apprezza la possibilità di muoversi in libertà , uno stimolo particolarmente importante in contesti metropolitani come Milano e Roma dove rispettivamente il 43 e il 42 per cento è attratto dalla possibilità di accedere alla Ztl ed evitare i blocchi del traffico.

Ovviamente non è tutto oro quello che luccica. Gli intervistati di Quintegia hanno sottolineato la carenza di colonnine di ricarica (51 per cento), il prezzo elevato (48) e l'autonomia ridotta (41). E ancora: un consumatore su cinque sconta la mancanza di un box/garage per poter ricaricare l'auto, ha paura di una tecnologia non ancora sufficientemente affidabile (19 per cento) o di un processo di ricarica troppo lungo (18).

  • Carpooling, che passione!
    16 gennaio 2019 - Fare il tragitto casa-lavoro con colleghi e dipendenti di aziende limitrofe, lasciando a casa la propria auto quando non si è 'di turno' alla guida, ha permesso di togliere dalle strade 116.569 auto e di risparmiare 3.120.385 chilometri, un dato cresciuto dell'82 per cento nel 2018 rispetto al 2017. Ne hanno beneficiato, ovviamente, sia il portafoglio...

  • Veicoli commerciali: 2018 con segno meno
    14 gennaio 2018 - Dopo un primo semestre con vendite allineate a quelle del 2017 e un forte peggioramento a partire da settembre, complice una non completa disponibilità di prodotti rispondenti alle nuove norme di omologazione, entrate in vigore il 1° settembre per gli autocarri di fascia di peso più bassa, i veicoli commerciali chiudono l'anno 2018 con una flessione...

  • Robo-taxi, il futuro è qui
    12 gennaio 2019 - Tra televisori arrotolabili e valigie che muovono le orecchie, al Ces di Las Vegas sono state presentate anche soluzioni di mobilità pronte all'uso. O almeno a test su larga scala. Stiamo parlando del robo-taxi del Gruppo tedesco ZF specializzato in componentistica e soluzioni high tech. Senza volante e senza pedaliera, derivato da un veicolo di serie...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK