Luciano Salute (Carrozzeria Record),
"Il consorzio migliora anno dopo anno"

"Io e mia moglie siamo stati d'incanto, veramente, ma veramente bene". Gli crediamo. Del resto, in tutte le interviste post viaggio premio, recensioni negative non ce ne sono state. Di ritorno da Marsa Alam, Luciano Salute, carrozziere in Prato "da 48 anni, arrivo a 50 e dico basta", ci racconta del viaggio e della sua, pardon, della loro carrozzeria.

Di professione verniciatore, Salute è infatti socio in 'Carrozzeria Record' di Johnny Laffi, battitore, Francesco Bartolini, un altro verniciatore, e Andrea Goti, legale rappresentante. "Qui da noi", ci aveva raccontato Johnny Laffi, "c'è sempre stata questa politica: tenere i dipendenti di fiducia e, via via che i 'vecchi' soci si ritiravano, inserirli. Fino ad ora ha funzionato bene, mai attriti... Un modello da esportare dice? Sì, ma ci vuole intelligenza".

Oltre 45 anni di attività, da tre autorizzati Volkswagen, "dopo gli anni di crisi tra il 2009 e il 2013 siamo sempre cresciuti. Tocchiamo ferro ma è un momento davvero buono: gli ingressi", entra nel dettaglio Luciano Salute, "sono intorno ai venti a settimana multimarca, ed è in crescita anche Volkswagen, che incide per un buon 15, anche 20 per cento. Abbiamo clienti che vengono da noi dai primi anni 70!".

Che sia una 500 o un Maserati Ghibli, "il 90 per cento dei ricambi che montiamo è originale. Poi è logico che se una macchina ha 15 anni e 'picchia' e il torto è suo (o l'assicurazione non ripaga per il valore del danno), sei costretto a proporre un usato originale oppure un ricambio di concorrenza. Dal punto di vista della qualità, però, l'originale rimane più bello, non c'è spessore sulle vernici, non ci metti lo stucco. E poi, lo dico da verniciatore, con gli anni la lucidità sparisce, mentre l'originale resta sempre bello".

Superfluo specificare - del resto a Marsa Alam il carrozziere è andato in viaggio premio AsConAuto - che i ricambi originali in Via dei Trebbi 98 arrivano con un furgone del Cdrt. "Siamo clienti da tanto tempo, e a distanza di anni si vedono miglioramenti continui. Da Francesco (Petrocelli, promoter di riferimento, NdA), che passa e ci informa sulle novità, ai ragazzi che consegnano, sempre puntuali due volte al giorno, sono tutte brave persone, che sanno fare il loro lavoro. Del consorzio penso solo cose positive".

L'ennesima riprova l'ha avuta in Egitto. "Sono partito io", scherza Luciano Salute, "perché ho 63 anni e qui dentro sono il più vecchio. Soci e dipendenti mi hanno detto 'Luciano, vai tu con tua moglie'. Emanuela era un po' preoccupata, sa l'Egitto... andava a controllare il sito della Farnesina... e io le dicevo che non si va a leggere il 'bugiardino' prima di andare sotto i ferri! Siamo stati benissimo. Io faccio amicizia facilmente, conservo un bellissimo ricordo di Francesco, di Alessio (Vitali, capoconsorzio, NdA), e anche degli animatori del Veraclub, me li ricordo tutti. E loro si ricordano di me, a tutto quello che proponevano io partecipavo".

È stato un viaggio così riuscito, con una compagnia così piacevole, che il gruppo vacanze Cdrt si è già ritrovato per una cena a Prato...

  • Assistenza: prezzi e attività scendono
    16 novembre 2018 - Per otto autoriparatori su dieci i prezzi dell'assistenza a ottobre si sono mantenuti sostanzialmente stabili, ma i meccanici che segnalano un abbassamento sono più di quelli che segnalano un rialzo (19 contro 1 per cento). Lo dice il Barometro elaborato dall’Osservatorio Autopromotec sulla base della consueta inchiesta mensile...

  • Commerciali: ancora un calo a doppia cifra
    14 novembre 2018 - Così come settembre, che aveva registrato una flessione di circa il 22 per cento rispetto allo stesso mese dello scorso anno, anche a ottobre il mercato dei veicoli commerciali (autocarri con ptt fino a 3,5t) chiude con un calo a doppia cifra. Secondo le stime elaborate dal Centro studi e statistiche Unrae, l'Associazione delle case automobilistiche...

  • Isfort, mobilità su due gambe
    12 novembre 2018 - Nel 2017 il tasso di motorizzazione ha raggiunto le 63,7 auto ogni 100 abitanti contro le 62,5 del 2016, ma gli italiani per muoversi non disdegnano la bicicletta, il trasporto pubblico e soprattutto le proprie gambe, modalità quest'ultima in vistosa crescita: era il 17,1 per cento due anni fa, il 22,5 l'anno scorso. Sono cifre contenute...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK