Ricambi, Spagna e Germania le meno care

Con le frontiere correttamente aperte all'interno della Ue, alcuni Paesi risultano più convenienti quando si devono acquistare i ricambi originali delle auto. In particolare, segnala l'ultima analisi di Dat-Italia, Germania e Spagna restano in pole position nella gara della convenienza per i prezzi di quei particolari, come paraurti, fari, parabrezza e porte, che intervengono con maggior frequenza nelle riparazioni a seguito di sinistri stradali.

Secondo lo studio Dat-Italia il risparmio in Spagna per chi deve acquistare ricambi originali al prezzo di listino viaggia intorno al 3 per cento per quasi tutti i componenti della Fiat Panda, tra il 5 e l'8 per cento per la Volkswagen Golf, tra il 7 e 9 per cento per la Opel Corsa ed arriva ad una punta del 28 per cento per i parabrezza della Ford Fiesta, sempre rispetto ai prezzi in Italia.

La Germania è caratterizzata invece da prezzi molto convenienti per i modelli tedeschi, con una differenza tra quel Paese e l'Italia che viaggia da una media del 10 per cento sulla Volkswagen Golf ed Opel Corsa e al 9 per cento per l'Audi A3, sempre se si confrontano i prezzi dei ricambi con quelli praticati in Italia.

Segue con minori vantaggi l'Austria mentre in Francia si verifica il paradosso che i ricambi della Renault Clio costano circa l'8 per cento in più che in Italia. E non è un caso, segnala la nota di Dat-Italia, che questa situazione stia già destando molto interesse presso alcune imprese che comprano ricambi originali su scala globale. E vanno ovviamente, dove conviene di più.



  • Isfort, mobilità su due gambe
    12 novembre 2018 - Nel 2017 il tasso di motorizzazione ha raggiunto le 63,7 auto ogni 100 abitanti contro le 62,5 del 2016, ma gli italiani per muoversi non disdegnano la bicicletta, il trasporto pubblico e soprattutto le proprie gambe, modalità quest'ultima in vistosa crescita: era il 17,1 per cento due anni fa, il 22,5 l'anno scorso. Sono cifre contenute...

  • Targhe estere, rischio confisca dell’auto
    9 novembre 2018 - Il governo, grazie a un provvedimento ad hoc contenuto nel decreto sicurezza, ha deciso un vero e proprio giro di vite per quei non pochi furbetti che, grazie a una finta residenza fiscale all'estero di una società, immatricolavano la propria auto oltreconfine, dunque con una targa straniera, pur svolgendo però la propria attività lavorativa...

  • Motorizzazione, carico fiscale da record
    7 novembre 2018 - Nuovo record per il carico fiscale sulla motorizzazione in Italia: nel 2017 ha raggiunto i 74,4 miliardi di euro, il 2 per cento in più rispetto all'anno prima. Stabile la percentuale sul gettito complessivo, che si mantiene al 16 per cento come già nel 2015 e nel 2016, mentre la percentuale sul Pil è del 4,3 per cento contro una media europea...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK