Prezzi costanti ma si ripara di più

L'imminenza delle partenze per le vacanze deve aver indotto gli automobilisti italiani a fare un check dal meccanico di fiducia. Secondo il Barometro sul sentiment del settore dell'assistenza auto elaborato dall'Osservatorio Autopromotec sulla base di un'indagine condotta su un campione rappresentativo di officine, infatti, a giugno è stata rilevata una tendenza all'aumento del livello di attività.

Il 72 per cento degli intervistati dichiara che l'attività si è mantenuta su livelli normali, ma coloro che segnalano un alto livello di attività sono il 21 per cento, esattamente il triplo di coloro che segnalano un livello basso. Considerando che nel periodo gennaio-aprile i riparatori 'ottimisti' non superavano il 13 per cento, si tratta evidentemente di un buon momento.
Per quanto riguarda il livello dei prezzi praticati, l'84 per cento indica a giugno una situazione di normalità ; del restante 16 prevalgono nettamente le indicazioni di coloro che giudicano i livelli dei prezzi bassi (14 per cento).

Uno sguardo ai prossimi 3/4 mesi ci dice che il sentiment è di un incremento dei volumi, in quanto le indicazioni di aumento (18 per cento) superano nettamente quelle di diminuzione (12 per cento), in un contesto che è comunque orientato a giudizi di stabilità (70 per cento). Sul fronte prezzi si conferma una leggera tendenza alla diminuzione (15 per cento) rispetto a un esiguo 3 per cento che confida possano esserci aumenti; come per i volumi, anche per i prezzi prevale l'indicazione per una situazione di stabilità (81 per cento).

  • Isfort, mobilità su due gambe
    12 novembre 2018 - Nel 2017 il tasso di motorizzazione ha raggiunto le 63,7 auto ogni 100 abitanti contro le 62,5 del 2016, ma gli italiani per muoversi non disdegnano la bicicletta, il trasporto pubblico e soprattutto le proprie gambe, modalità quest'ultima in vistosa crescita: era il 17,1 per cento due anni fa, il 22,5 l'anno scorso. Sono cifre contenute...

  • Targhe estere, rischio confisca dell’auto
    9 novembre 2018 - Il governo, grazie a un provvedimento ad hoc contenuto nel decreto sicurezza, ha deciso un vero e proprio giro di vite per quei non pochi furbetti che, grazie a una finta residenza fiscale all'estero di una società, immatricolavano la propria auto oltreconfine, dunque con una targa straniera, pur svolgendo però la propria attività lavorativa...

  • Motorizzazione, carico fiscale da record
    7 novembre 2018 - Nuovo record per il carico fiscale sulla motorizzazione in Italia: nel 2017 ha raggiunto i 74,4 miliardi di euro, il 2 per cento in più rispetto all'anno prima. Stabile la percentuale sul gettito complessivo, che si mantiene al 16 per cento come già nel 2015 e nel 2016, mentre la percentuale sul Pil è del 4,3 per cento contro una media europea...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK