Nord Italia, un concentrato di smog

Che l'inquinamento atmosferico sia un problema globale è noto, ma fa una certa impressione scoprire che su 3,9 milioni di cittadini europei che abitano in zone con un elevato tasso di smog, 3,7 risiedono nel Nord Italia. Risulta dall'ultimo rapporto sulla qualità dell'aria dell'Agenzia Ue per l'ambiente, secondo cui il nostro Paese è al secondo posto in Europa per morti per polveri sottili Pm2.5 (60.600) e al primo per le morti da biossido di azoto (20.500) e per l'ozono (3.200). Solo la Germania fa peggio per le morti causate da Pm2.5.

La situazione è particolarmente critica nella Pianura Padana, a causa dei livelli altissimi degli ossidi di azoto, principalmente causati dalle emissioni dei motori diesel.

L'Aea misura anche il parametro degli anni di vita persi, con i valori più alti nelle economie più grandi del continente e quelli relativi (calcolati su 100mila abitanti) che sono appannaggio dei Paesi dell'Europa centro-orientale. Nonostante i lenti miglioramenti, sottolinea lo studio, l'inquinamento atmosferico continua a superare i limiti e gli orientamenti dell'Unione europea e dell'Organizzazione mondiale della sanità , e "rappresenta ancora un pericolo per la salute dell'uomo e per l'ambiente".

  • Fusione Psa-Fca: rumors scatenano la Borsa
    20 marzo 2019 - La famiglia Peugeot è pronta a sostenere Psa in eventuali operazioni di acquisizione che potrebbero coinvolgere anche Fca. A rilanciare i rumors su una possibile alleanza, dopo quelli circolati al Salone dell'Auto di Ginevra, è Robert Peugeot: intervistato da Les Echos, l'amministratore delegato della holding di famiglia si dice appunto...

  • Cittadini nel caos: quale motore scegliamo?
    18 marzo 2019 - La demonizzazione del Diesel ha avuto tra i suoi effetti quello di creare confusione tra gli italiani che si apprestano a sostituire la propria auto. Lo rivela l'indagine Doxa 'Cittadini nel caos: quale motore scegliamo?' presentata all'evento milanese Forum Automotive. Secondo lo studio a risposta multipla, il 71 per cento non si sente...

  • Mercato Europa: febbraio in lieve calo
    15 marzo 2019 - A fronte di un inizio anno che ha segnato una marcata flessione delle vendite di auto nuove (-4,6 per cento), il mese di febbraio torna a registrare livelli di vendita più in linea con lo scorso anno, nonostante il risultato riporti un segno negativo. Secondo i dati diffusi dall'Acea, l'Associazione dei costruttori europei, le vendite di autovetture nuove nell'Europa...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK