Scelta dell'auto: quanto pesano i social?

Più del budget a disposizione, più del confronto diretto con amici e conoscenti, sulla scelta dell'auto da comprare pesano i post pubblicati sui social, in particolare Facebook e Instagram. Secondo una ricerca svolta in Gran Bretagna da Admiral Car Finance, azienda specializzata in prestiti per l'acquisto di beni di diverso tipo, tra cui moto e vetture, quello che i giovani nati tra il 1980 e il 2000 vedono su Facebook può influenzare la decisione nel 22 per cento dei casi, nel 16 se si tratta di Instagram.

I Millennials ammettono di sentire la 'pressione' dei social molto più degli appartenenti alla cosiddetta Generazione X: soltanto sul 6 per cento delle persone di età compresa tra i 38 e i 53 anni, la piattaforma di Zuckerberg esercita una certa influenza, percentuale che scende al 4 per il social network fotografico. I meno giovani, però, non lesinano foto e commenti social dell'automobile posseduta o guidata in quel momento, mentre fra i Millennials questa quota si impenna al 70 per cento.

"Per molti Millennials", ha messo in guardia Scott Cargill, Ceo di Admiral Loans, "gli influencer rivestono un ruolo importante nella scelta. È dunque molto importante che chiunque acceda a un finanziamento ricordi che il fattore più importante non è quello che i social media o i propri amici ritengano sia 'cool', bensì la scelta di un veicolo a prezzi accessibili per assicurarsi di non andare incontro a sforzi economici eccessivi".

A questo proposito, la ricerca rivela che il 13 per cento dei Millennials si dice disposto a spendere anche metà del proprio stipendio per l'auto che desidera davvero, percentuale che sale al 31 nel caso decida di accedere a un finanziamento con una rata mensile superiore alle 500 sterline (quasi 555 euro).

  • Isfort, mobilità su due gambe
    12 novembre 2018 - Nel 2017 il tasso di motorizzazione ha raggiunto le 63,7 auto ogni 100 abitanti contro le 62,5 del 2016, ma gli italiani per muoversi non disdegnano la bicicletta, il trasporto pubblico e soprattutto le proprie gambe, modalità quest'ultima in vistosa crescita: era il 17,1 per cento due anni fa, il 22,5 l'anno scorso. Sono cifre contenute...

  • Targhe estere, rischio confisca dell’auto
    9 novembre 2018 - Il governo, grazie a un provvedimento ad hoc contenuto nel decreto sicurezza, ha deciso un vero e proprio giro di vite per quei non pochi furbetti che, grazie a una finta residenza fiscale all'estero di una società, immatricolavano la propria auto oltreconfine, dunque con una targa straniera, pur svolgendo però la propria attività lavorativa...

  • Motorizzazione, carico fiscale da record
    7 novembre 2018 - Nuovo record per il carico fiscale sulla motorizzazione in Italia: nel 2017 ha raggiunto i 74,4 miliardi di euro, il 2 per cento in più rispetto all'anno prima. Stabile la percentuale sul gettito complessivo, che si mantiene al 16 per cento come già nel 2015 e nel 2016, mentre la percentuale sul Pil è del 4,3 per cento contro una media europea...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK