Prevenire è meglio che curare

Quanto vale il mercato mondiale delle tecnologie per la diagnostica nel settore auto? 37,4 miliardi di dollari nel 2018 che saliranno a 52,7 nel 2025. È una stima dell'Osservatorio Autopromotec sulla base di uno studio della società di ricerca statunitense MarketsandMarkets. La crescita più importante è attesa nella regione dell'Asia e del Pacifico (+40 per cento dei ricavi totali), seguita dal Nord America (+30), dall'Europa (+25) e dal resto del mondo (+5).

Lo sviluppo del settore poggia sull'evoluzione dell'elettronica e dell'informatica che, insieme al boom della connettività, ha portato alla creazione di strumenti via via più sofisticati che permettono di individuare difetti o malfunzionamenti e garantire una maggiore sicurezza a bordo. Tra gli altri: scanner e lettori di codici per la diagnosi delle centraline elettroniche, analizzatori di gas di scarico e dello stato delle batterie, misuratori di pressione digitali per pneumatici, attrezzature per la diagnosi preventiva di guasti all'assetto, al motore o ad altre componenti di un veicolo.

Altri fattori che guideranno la crescita di questo mercato sono l'applicazione di norme più stringenti in materia di sicurezza stradale e di emissioni, nonché l'aumento della domanda globale delle officine. I sistemi di lettura intelligente e approfondita dei dati, e i software in grado di monitorare il mezzo da remoto, infatti, mettono l'autoriparatore in condizioni di tracciare in tempo reale lo 'stato di salute' del veicolo e consigliare al proprietario di intervenire prima che possano manifestarsi delle anomalie.

  • Isfort, mobilità su due gambe
    12 novembre 2018 - Nel 2017 il tasso di motorizzazione ha raggiunto le 63,7 auto ogni 100 abitanti contro le 62,5 del 2016, ma gli italiani per muoversi non disdegnano la bicicletta, il trasporto pubblico e soprattutto le proprie gambe, modalità quest'ultima in vistosa crescita: era il 17,1 per cento due anni fa, il 22,5 l'anno scorso. Sono cifre contenute...

  • Targhe estere, rischio confisca dell’auto
    9 novembre 2018 - Il governo, grazie a un provvedimento ad hoc contenuto nel decreto sicurezza, ha deciso un vero e proprio giro di vite per quei non pochi furbetti che, grazie a una finta residenza fiscale all'estero di una società, immatricolavano la propria auto oltreconfine, dunque con una targa straniera, pur svolgendo però la propria attività lavorativa...

  • Motorizzazione, carico fiscale da record
    7 novembre 2018 - Nuovo record per il carico fiscale sulla motorizzazione in Italia: nel 2017 ha raggiunto i 74,4 miliardi di euro, il 2 per cento in più rispetto all'anno prima. Stabile la percentuale sul gettito complessivo, che si mantiene al 16 per cento come già nel 2015 e nel 2016, mentre la percentuale sul Pil è del 4,3 per cento contro una media europea...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK