Finanziamenti auto: maxi-multa dell’Antitrust

L'Antitrust italiana ha inflitto un durissimo colpo alle case automobilistiche e più specificatamente alle società finanziarie ad esse legate che si occupano notoriamente di fornire prestiti a chi voglia acquistare un'auto nuova. L'Autorità per la concorrenza e il mercato ha comminato infatti alle finanziarie in questione una multa da ben 678 milioni di euro, una delle sanzioni più alte mai decretate dalla nostra Antitrust.

La ragione è che questa sorta di banche legate ai marchi automobilistici avrebbero architettato un'intesa, quella che tecnicamente si definisce cartello, per controllare e gestire di comune accordo il mercato dei finanziamenti ai clienti. Un'intesa illecita che, secondo le risultanze dell'indagine dell'Antitrust, si è sviluppata addirittura tra il 2003 e il 2017 e che, come scrive l'autorità stessa, è stata "funzionale ad alterare le dinamiche concorrenziali nel mercato della vendita di automobili dei gruppi di appartenenza" attraverso finanziamenti erogati appunto da quelle che tecnicamente vengono definite  "captive banks".

E se vi state chiedendo se il finanziamento che avete preso in questi anni per acquistare la vostra auto nuova abbia subito gli effetti perversi di questo cartello illegale, bene, mettetevi l'anima in pace: al 99% la risposta è sì. E questo per il semplice fatto che il cartello smascherato dall'Antitrust coinvolgeva sostanzialmente tutti i grandi gruppi automobilistici. A scanso di equivoci però ecco di seguito l'elenco completo di tutte le finanziarie o captive banks multate dall'Autoritrà per la concorrenza e il mercato.

Banca PSA Italia, Banque PSA Finance, Santander Consumer Bank, BMW Bank, BMW, Daimler, Merceds Benz Financial Services Italia, FCA Bank, FCA Italy, CA Consumer Finance, FCE Bank Plc., Ford Motor Company, General Motor Financial Italia, General Motors Company, RCI Banque, Renault S.A., Toyota Financial Services Plc., Toyota Motor Corporation, Volkswagen Bank GmbH, Volkswagen AG., nonché le associazioni di categoria Assofin ed Assilea.



  • Colonnine elettriche: sorpasso storico!
    23 agosto 2019 - Nel Regno Unito si registra lo storico sorpasso dei punti di rifornimento per auto elettriche rispetto alle stazioni di rifornimento tradizionali per auto a benzina. L'evento è stato sottolineato con una nota dalla Nissan, produttrice della Leaf, auto elettrica più venduta in Europa. Nell'occasione, la Casa nipponica ha evidenziato come il sorpasso...

  • Alimentazioni: lunga vita a diesel e benzina!
    21 agosto 2019 - Il punto di vista di Bosch, che è il maggiore fornitore di componentistica e sistemi automotive al mondo, sullo sviluppo a medio e lungo termine delle tecnologie di propulsione, è sicuramente molto autorevole. Attraverso la sua divisione Mobility Solutions, che fattura oltre 47 miliardi di euro all'anno, Bosch spazia infatti da piccole parti...

  • Autostrade, torna il Tutor
    19 agosto 2019 - Autostrade per l'Italia informa che la Corte di Cassazione ha ritenuto del tutto infondati i motivi per i quali la Corte di Appello di Roma in data 10 aprile 2018 aveva ritenuto che il sistema di controllo della velocità media, cosiddetto Tutor, violasse le norme relative alla proprietà intellettuale della società Craft e dovesse essere rimosso. Aspi ha già...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK