Hurry!, il noleggio è sempre più verde

Cresce l'azienda, cresce la richiesta di soluzioni per la mobilità verde. Secondo i dati di Hurry!, società nata nel 2014 che sviluppa i propri prodotti e servizi (Nlt, Auto Usate, Km zero e Ricaricar) attraverso la partnership con ALD Automotive, nel 2018 le vetture ibride selezionate sul portale sono state il 27,3 per cento, quasi tre volte di più rispetto alle auto a benzina (11,3 per cento).

Le vetture più gettonate sono la MINI Cooper S E Countryman ALL4 Plug-in Hybrid, il CH-R targato Toyota e, sempre nell'orbita del marchio delle tre ellissi, la Yaris. Bene anche le alimentazioni alternative a gas, gpl e metano, che al momento rappresentano il 7,6 per cento degli ordini, con la Audi A3 a metano nella top ten.

Ha dichiarato Alberto Maria Cassone, presidente di Hurry!: "L'avanzata del noleggio a lungo termine, abbinata alla progressiva affermazione delle motorizzazioni alternative, trova conferma nei numeri registrati da Hurry! La certezza di guidare sempre un'auto nuova, insieme alla manutenzione programmata e ai tanti servizi inclusi nel canone mensile, oltre a garantire una mobilità 'zero pensieri' contribuisce in maniera tangibile alla riduzione delle emissioni di CO2. Se si sommano i vantaggi legati all'alimentazione ibrida, che in alcuni comuni viene agevolata in termini di parcheggi e ZTL, risulta chiaro perché stia diventando un trend di successo".

Oltre 5.000 le auto vendute complessivamente da Hurry! l'anno scorso (+53 per cento rispetto al 2017). Il solo noleggio a lungo termine ha registrato un incremento ordini di 40 punti. Dopo aver raddoppiato le vendite nei primi tre anni di attività, Hurry! ha finora generato un volume d'affari di circa 160 milioni di euro.

  • Mercato Europa: il 2019 parte male
    15 febbraio 2019 - Dopo un 2018 in linea con l'anno precedente, in Europa (28+Efta) il trend appare peggiorare in questo inizio d'anno, visti i risultati del mese di gennaio che, secondo i dati diffusi dall'Acea, l'Associazione dei costruttori europei, fa registrare una contrazione delle vendite del 4,6 per cento nel mese con 1.226.446 autovetture nuove contro...

  • Riparazione, costi in linea con l'inflazione
    13 febbraio 2019 - Nel 2018 il prezzo delle auto in Italia è aumentato più dell'inflazione. Lo rileva il Centro Studi Promotor sulla base degli indici nazionali Istat. A fronte di un incremento del livello generale dei prezzi al consumo dell'1,2 per cento, quelli delle automobili nuove sono aumentati dell'1,89, e questo per l'effetto dell'incremento del 2,04 per cento per...

  • Ecco dove si progetterà l’auto del futuro
    11 febbraio 2019 - Formare una nuova generazione di esperti dell'automotive in grado di affrontare la sfida del momento: progettare e sviluppare sistemi intelligenti per veicoli connessi e autonomi. Con questo obiettivo nasce il Master universitario di secondo livello in Autonomous Driving and Enabling Technologies (ADBoT) su iniziativa delle Università...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK