Nel 2018 più incidenti e meno vittime

Più incidenti stradali nel 2018, ma risultano in calo le vittime. Con 453.473 pattuglie di vigilanza, la Polizia Stradale ha accertato 1.878.255 infrazioni al codice della strada. Ritirate 42.662 patenti di guida e 50.905 carte di circolazione, 2.291.527 i punti complessivamente decurtati.

Sono alcuni dei dati del bilancio nel 2018 dell'attività della Polizia Stradale, diffusi in un comunicato. L'andamento del fenomeno infortunistico ha fatto registrare rispetto al 2017, afferma il comunicato, un lieve aumento nel numero complessivo degli incidenti (71.880, +1,2 per cento) ed un calo di quello delle persone ferite (47.104, -0,6 per cento), dall'altro ha espresso un'inversione di tendenza relativamente all'incidentalità con conseguenze mortali, con un deciso decremento dei sinistri del 4,2 per cento (1.439, meno 63) e una più modesta diminuzione delle vittime dell'1,2 per cento (tra i 1.618 deceduti - 20 in meno del 2017 - sono comprese le 43 vittime del crollo del ponte Morandi a Genova).

L'utilizzo del Tutor, articolato su 39 siti, ha consentito di accertare, dal 27 luglio 2017 al 30 novembre 2018, 45.389 violazioni dei limiti di velocità . Inoltre nel 2018 è proseguita la campagna straordinaria di controllo sulle condizioni psicofisiche dei conducenti di veicoli, con l'impiego congiunto della Polizia Stradale e dei medici e personale sanitario della Polizia di Stato, per l'accertamento sui conducenti di veicoli dell'assunzione di alcool e di sostanze stupefacenti.

  • Colonnine elettriche: sorpasso storico!
    23 agosto 2019 - Nel Regno Unito si registra lo storico sorpasso dei punti di rifornimento per auto elettriche rispetto alle stazioni di rifornimento tradizionali per auto a benzina. L'evento è stato sottolineato con una nota dalla Nissan, produttrice della Leaf, auto elettrica più venduta in Europa. Nell'occasione, la Casa nipponica ha evidenziato come il sorpasso...

  • Alimentazioni: lunga vita a diesel e benzina!
    21 agosto 2019 - Il punto di vista di Bosch, che è il maggiore fornitore di componentistica e sistemi automotive al mondo, sullo sviluppo a medio e lungo termine delle tecnologie di propulsione, è sicuramente molto autorevole. Attraverso la sua divisione Mobility Solutions, che fattura oltre 47 miliardi di euro all'anno, Bosch spazia infatti da piccole parti...

  • Autostrade, torna il Tutor
    19 agosto 2019 - Autostrade per l'Italia informa che la Corte di Cassazione ha ritenuto del tutto infondati i motivi per i quali la Corte di Appello di Roma in data 10 aprile 2018 aveva ritenuto che il sistema di controllo della velocità media, cosiddetto Tutor, violasse le norme relative alla proprietà intellettuale della società Craft e dovesse essere rimosso. Aspi ha già...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK