Multe ingiuste? Ecco come fare ricorso

Multe per eccesso di velocità, per passaggio con semaforo rosso, per divieto di sosta... Per tutte o quasi c'è rimedio, o almeno si può provare a presentare ricorso. Il servizio lanciato da VINCO.NET, piattaforma accessibile sia da computer che da smartphone, sta registrando richieste contro multe ritenute illegittime o ingiuste al ritmo di 500 impugnazioni al mese, per un totale di 3.000 ricorsi preparati dallo scorso settembre.

Posto che nessuno mette in dubbio la funzione educativo-sociale della multa a seguito di infrazioni accertate del Codice della Strada, è anche vero che ci sono casi "in cui le multe non sono legittime a causa di strumenti di controllo non tarati a norma di legge o di vizi negli elementi essenziali. Oppure", si legge in una nota di VINCO.NET, "sono semplicemente ingiuste per errori di vario tipo che possono manifestarsi durante l'emissione di una multa".

Ed è qui che entra in gioco VINCO.NET. Il procedimento per effettuare il ricorso prevede di inviare online il verbale, di attendere un paio d'ore l'analisi di fattibilità del ricorso e, una volta effettuato il pagamento, l'assegnazione a un professionista del team che lavorerà sul ricorso al Prefetto. In un tempo massimo di 3-5 giorni lavorativi, il cliente riceverà via mail le istruzioni su come spedire il ricorso che potrà scaricare direttamente dal proprio account.

Se il Prefetto dovesse respingerlo, il cliente avrà diritto a un ricorso gratuito da presentare in seconda istanza al Giudice di Pace. Se anche il Giudice di Pace dovesse respingere il ricorso, VINCO.NET rimborserà quanto pagato anticipatamente dal cliente. L'intero processo di impugnazione può durare anche più di un anno, quindi nella peggiore delle ipotesi il cliente pagherà la multa dopo un anno e non subito. Il costo del servizio è pari al 30 per cento del valore della multa.

  • Esodo, consigli per viaggiare sicuri
    19 aprile 2019 - Cinture di sicurezza, bambini, animali domestici, bagagli, e una app per ricevere assistenza in caso di necessità. In vista dell'esodo sulle strade e autostrade del Paese, che porterà a un traffico molto intenso fino al 6 maggio, gli esperti dell'Automobile Club d'Italia hanno stilato un elenco di consigli per viaggiare rilassati e sicuri anche in questi...

  • Ricambi contraffatti distrutti a Trieste
    17 aprile 2019 - Nei giorni scorsi, presso il Punto Franco del Porto di Trieste, sono stati distrutti 2.488 pezzi di ricambio Hyundai e Kia dichiarati in modo illegittimo per l'importazione da un rivenditore generico di autoricambi, non accompagnate dalla prevista autorizzazione e destinate alla Slovenia. La merce, sottoposta a controllo da parte dei funzionari del servizio...

  • Riforma CdS, c'è chi dice sì
    15 aprile 2019 - Non è ancora stata completamente definita ma la riforma del codice della strada fa comunque discutere. Secondo il sondaggio condotto da AutoScout24, portale di annunci per la compravendita di auto e moto, è stata valutata nel complesso positivamente dal 56 per cento degli intervistati, mentre soltanto il 10 l'ha giudicata in modo negativo...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK