Bienne a Prato, titolari pronti
a passare le consegne?

"Noi siamo come una batteria: senza i due poli, positivo e negativo, non può lavorare". Una bellissima dichiarazione di stima professionale, oltre che di amicizia, questa di Saverio Berardi per Riccardo Nieri, il socio quasi gemello ("abbiamo due mesi di differenza"). Insieme nel 1978 hanno fondato Officina Bienne a Prato, insieme stanno cercando una soluzione per "non buttare via più di 40 anni di lavoro".

Niente cartello 'vendesi'?
Assolutamente. Avevo detto a Francesco (Petrocelli, promoter Cdrt di riferimento, nda) della nostra intenzione di smettere, perché siamo pensionati e prima o poi quel momento arriva, ma ci spiacerebbe chiudere. Magari possiamo fare un tentativo parlandone sul giornalino, su AsConAuto Informa. L'officina ha le carte in regola.

Ci dica di più...
È una struttura di 410 metri quadrati coperti in Via Monte San Michele, ci siamo trasferiti qui da Via Pistoiese nel 1990. Siamo sempre stati "al servizio della vostra auto", da quando abbiamo aperto: officina, elettrauto, gommaio.
Il lavoro è tanto cambiato rispetto ai 15 motori in un mese che facevi prima. Ora non ne fai quasi uno, è una corsa a vendere mille macchine in più, ma chi lavora dietro non viene calcolato... 
Sono soprattutto tagliandi, se la macchina si spacca e con 150 euro al mese la cambi in tanti la cambiano e non riparano. E il Covid ha dato la mazzata. Secondo me anche nel 2021 ci sarà da lottare. Il calo c'è stato, quasi il 50 per cento in meno. Perché siamo due pensionati, ma se dovessimo pagare l'affitto sarebbe difficile.

Le recensioni dicono di voi "bravissimi, competenti e onesti". Clienti fedeli?
Una buona parte sono ancora quelli del 1978 ma, visto il cambiamento, ci siamo messi a riparare le macchine a noleggio. Ormai, anche chi fa 10-15mila chilometri l'anno la prende a noleggio. Lavoriamo con Arval, LeasePlan e Sifà e, attraverso Magneti Marelli, ce ne arrivano tante di macchine a noleggio, almeno due-tre al giorno.

Qual è la scelta di Bienne in fatto di ricambi?
Un po' e un po'. Le società di noleggio tendono a portarti i ricambi e sono costretto a usare quelli di concorrenza, ma l'originale è un'altra cosa. Le racconto quello che mi è capitato l'altro giorno: avevo qui una C4 e bisognava cambiare gli ammortizzatori; il cliente mi ha fatto montare degli ammortizzatori alternativi e la macchina 'non si reggeva nella strada'. Li ho sostituiti con quelli originali della Citroën e il cliente mi ha detto: "Maremma, ho cambiato la macchina!".
Per il noleggio sono costretto a montare quello che mi danno le società, ma per i privati il 90 per cento mi viene tutto originale, anche perché me lo porta il Cdrt.

Contento del servizio?
Sono stato anche alla festa dei diciott'anni all'Obi Hall, bellissima! Io sono diventato cliente subito, quando il consorzio viaggiava ancora con due furgoni. Noi la roba originale la si comprava lo stesso anche se dovevi andare nelle concessionarie di Prato o dov'erano, ma il Cdrt era il servizio. E non solo quello della consegna. A me capita di chiamare Francesco: "Ho da rendere una batteria, ci pensi tu?".  

Anche delle concessionarie è contento?

Ripariamo multimarca vero, c'è la settimana che entrano quasi solo Citroën e quella dopo Fiat... Il rapporto è bellissimo con tutte le concessionarie, ma ultimamente qualcuna si sta 'bunkerizzando', fa fatica a dare.

Un rimprovero che a Bienne non si può proprio fare...
Non si dice di no a nessuno. Ci pensavo prima, mentre le parlavo del noleggio: mi è arrivato uno e mi ha fatto domande su domande, ed è giusto perché alla gente bisogna dare un servizio completo. Noi si è cercato sempre di accontentare tutti, anche quando ti chiedono di "guardare il motorino del figliolo". E anche Riccardo, il mio socio, è così. Sembra una cosa impossibile, ma noi siamo come una batteria: senza i due poli, positivo e negativo, non può lavorare.

  • Sarà l'asfalto a ricaricare la batteria?
    17 maggio 2021 - Ricaricare l'auto elettrica mentre si guida, senza bisogno di fare il pieno a una colonnina, grazie alla tecnologia 'Dynamic Wireless Power Transfer' dell'israeliana Electreon, che prevede spire sotto l'asfalto che trasmettono l'energia wireless alla batteria del veicolo in movimento. È quanto si propongono di sperimentare nel prossimo autunno...

  • Mercato commerciali: bene con gli incentivi
    14 maggio 2021 - Il mercato dei veicoli commerciali segna una nuova crescita in aprile (+9,2 per cento) con 17.000 veicoli immatricolati, rispetto ai 15.562 dello stesso periodo 2019, anche in questo caso per il confronto non significativo con l'aprile 2020. Secondo le stime del Centro Studi e Statistiche Uunrae, il primo quadrimestre archivia...

  • Auricolari alla guida? Meglio di no
    12 maggio 2021 - Utilizzare gli auricolari per ascoltare musica o podcast è indubbiamente rilassante, ma potrebbe essere pericoloso, e in alcuni Paesi addirittura illegale, farlo mentre si guida. Uno studio condotto da Ford nell'ambito della campagna Share The Road ha evidenziato come le persone che indossano le 'cuffiette' impiegano, in media, quattro...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK