Spesa e farmaci, Gruppo Brandini
per la Croce Rossa Italiana

Una risposta concreta alle richieste crescenti formulate a 'Pronto spesa' e 'Pronto farmaci'. L'ha data Gruppo Brandini mettendo a disposizione della Croce Rossa Italiana alcuni veicoli che verranno utilizzati per la consegna a domicilio di medicinali e generi alimentari nelle province di Firenze, Pistoia, Grosseto e Lucca.

In particolare il dealer fiorentino, concessionario socio Cdrt oltre che Doc Toscana-Liguria, ha concesso in comodato gratuito 15 vetture e due veicoli commerciali che sono stati consegnati alle sedi Cri di Firenze, Bagno a Ripoli, Pistoia, Quarrata, Monsummano, Montecatini, Lucca, Grosseto e Orbetello.

Si legge in un post di Cri - Comitato di Bagno a Ripoli (Fi): "E mentre la nostra flotta di auto adibita alle consegne a domicilio si riposa e le divise vengono lavate e asciugate al sole, oggi sono operative una squadra per l'emergenza #Delta49 e per sospetti #Covid19 e due sui servizi #Echo. Si ricorda che il nostro parco auto è stato in questi giorni arricchito da prestiti di mezzi forniti da Gruppo Brandini, Leasys e Comune di Bagno a Ripoli che ci permettono di fornire in maniera più capillare e quoditiana, spesa, farmaci e ricette".

A dir poco entusiastici i commenti - siamo sempre sulle pagine Facebook di Gruppo Brandini - dei clienti della concessionaria. Si va da "Complimenti, veramente un bel gesto" a "Grande Brandini", passando per "Non dimenticheremo", "Bravi ragazzi, cosi si fa", "Complimenti, avete fatto un gesto bellissimo, grazie anche a voi per quello che fate"...

Ha spiegato Niccolò Brandini, promotore dell'iniziativa: "Vogliamo ringraziare e sostenere i volontari che ogni giorno si mettono al servizio della comunità con coraggio e altruismo. Ho contattato le sedi di Cri presenti sul territorio, offrendo loro le vetture del nostro parco auto così da poter incrementare i loro servizi. Tutte hanno risposto con entusiasmo. In meno di 12 ore siamo riusciti a consegnare 17 vetture in tutta la Toscana".

  • Post-Covid: Italia ancora senza incentivi
    29 maggio 2020 - Mentre la Francia vara un maxi-piano da 8 miliardi per la mobilità e la Germania si appresta a presentare una manovra analoga, l'Italia per il momento non si occupa di sostegni per il settore automotive facendo vedere nero agli operatori di un settore che, nel complesso, rappresenta il 10 per cento del pil nazionale...

  • Come ci muoveremo 'dopo'?
    27 maggio 2020 - Superata l'emergenza Covid, sette italiani su dieci utilizzeranno l'auto per i propri spostamenti; soltanto uno su dieci tornerà a servirsi dei mezzi pubblici, ritenuti poco sicuri sotto il profilo sanitario; la quota restante si divide tra bicicletta, scooter o moto, bike o car sharing. Complice la crisi economica, per l'acquisto di una nuova auto il 47...

  • Coronavirus: l’incubo Renault
    25 maggio 2020 - Continuano a farsi sentire gli effetti devastanti dell'emergenza coronavirus sul mercato dell'automotive. Questa volta a farne pesantemente le spese è Renault che sarebbe "in seria difficoltà finanziaria" e bisogna agire "urgentemente", perché "può scomparire": questo l'avvertimento lanciato dal ministro francese dell'Economia, Bruno Le Maire...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK