Rossano Burchielli (Officina Cioni),
"L'onestà va a testa alta"

"L'onestà non teme nessuno, va a testa alta". Rossano Burchielli se l'è tenuta per ultimo la frase forse più significativa di tutta l'intervista. Perché puoi così descrivere un'azienda nei dettagli, alla fine "la cosa più importante è l'onestà, se sbagli qualcosa il cliente lo perdona, ma l'onestà è proprio alla base". Siamo andati a trovarlo a Ponsacco (Pi) nella sua Officina Cioni, sua e di Leonardo Ferretti.

Un sodalizio di vecchia data?
Eravamo entrambi dipendenti di concessionaria, io Mercedes e Leonardo Mitsubishi. Con la crisi del 2007 il lavoro è andato peggiorando e ci siamo decisi. Prima ho lasciato io e ho aperto la partita Iva, poi con Leonardo abbiamo deciso di metterci in proprio. L'officina è nata nel 2013, dopo quasi dieci il bilancio è positivo.
Lavoriamo noi due e basta, in un piccolo capannone in affitto - 260 metri quadrati coperti e una corte - dove prima c'era un elettrauto, Cioni appunto. Abbiamo aperto come officina di riparazione e deciso di mantenere la vecchia ragione sociale perché aveva una buona fama e perché, onestamente, a noi non importava cambiarlo.
Offriamo i servizi di meccatronica, anche se per le gomme e le revisioni non c'è spazio a sufficienza e dobbiamo appoggiarci a dei colleghi.

Servirebbe un capannone più grande...
Mi rammarico di non trovare una struttura adeguata, a meno di pagare affitti esorbitanti, perché mi piacerebbe aggiungere servizi e personale, pur sapendo che non è facile trovare meccanici preparati; non mi sembra che il nostro lavoro affascini.
Io invece ci credo, apre la mente e prepara alle novità; i cambiamenti sono solo positivi, noi dobbiamo capire e adeguarci, senza anticipare troppo perché il troppo innovativo spaventa.

In attesa del nuovo che verrà, l'elettrico su tutto, come sono stati gli ultimi due anni?
Con il Covid per noi è andata anche meglio, quando uno il suo lo fa non sono i cento euro a fare la differenza. In quei mesi in cui quasi non si circolava la qualità del lavoro è migliorata, anche noi eravamo qui ma smettevamo quando ci pareva. Da questo punto di vista, e solo da questo, un periodo da sogno.
Andavamo a prendere la macchina a casa del cliente e gliela riportavamo, un servizio che abbiamo sempre fatto e che abbiamo potuto garantire fino alla ripresa post-Covid, quando il lavoro è tornato a crescere in maniera enorme.

Che veicoli entrano in Officina Cioni?
Ne entrano tanti di marchi diversi - Mercedes, Mitsubishi, BMW... - ma non abbiamo mai gestito in modo accurato gli ingressi, siamo sempre qui, dalla mattina alla sera a lavorare a capo basso. Quello che noto è che sta diminuendo la clientela giovane, sono pochi i ragazzi con la macchina di proprietà.
Ripariamo fondamentalmente auto di medio-alto livello, forse anche perché dopo tanti anni in concessionaria ci conoscono. Siamo multimarca, abbiamo provato a legarci a un brand ma ci chiedono tanti, troppi soldi.

Per eventuali convenzioni non avreste spazio, immagino...
Infatti, anche se di qui a un po' dovremo pensarci, sembra che il mercato stia andando in quella direzione.

L'elettrico?
Non si vede ancora. Ho fatto dei corsi di primo livello, ma le macchine sono talmente rapide a cambiare che a volte ti viene il dubbio sull'effettiva utilità.

In fatto di ricambi qual è la politica Cioni?
Sulle macchine di livello montiamo esclusivamente ricambi originali: non hai problemi, sei sicuro che arrivano, li monti e hai finito il lavoro, non devi pensare a nient'altro. E poi hai la garanzia che se succede qualcosa la concessionaria interviene e ripara a costo zero. L'originale è la soluzione migliore. È lo stesso cliente che, se ha una macchina di fascia alta, esige ricambi originali e sa che qui montiamo originale. Sulla macchina più 'normale', invece, guarda anche il prezzo. La clientela è vasta ma come fatturato forse forse siamo lì, 50 e 50. 

Quando è originale come lo ordina?
Tutto dal telefonino, con la app A Service: faccio la foto alla targa, cerchio il particolare e chiedo il preventivo. E se ho bisogno c'è Marco Corti, il promoter del Cdrt, che è una garanzia, un vero professionista, sa parlare, ha la maniera, gestisce bene qualunque problematica; anche i ragazzi che ci portano i ricambi sono bravi, gentili, puntuali.
AsConAuto è organizzata bene, il servizio è eccezionale, ordini e al pomeriggio hai i ricambi in officina.

Le capita il cliente che si presenta con il ricambio in mano?
Arrivano, soprattutto i giovani. Forse sono attratti dall'acquisto online, ma tante volte tornano indietro perché sbagliano il pezzo o il pezzo si rivela difettoso; certi ricambi non glieli faccio nemmeno portare, finisce che mi bloccano il lavoro.
Mandarli via? No, anche questo è capire come va il mondo. L'importante è avere una fetta di clientela che paga, e per il resto ti adegui; mancano i soldi e quando è in difficoltà la gente tira fuori il peggio di sè. Comunque, non è che io il lavoro lo faccio gratis... 

Anche sulle concessionarie il suo giudizio è così benevolo?
Ci conosciamo tutti, con tanti sin da ragazzi, nel nostro lavoro abbiamo anche avuto la fortuna di operare in provincia, da Firenze a Pisa. In genere, comunque, grazie ai programmi di diagnosi Autronica risolviamo da soli, tendiamo a essere autonomi.

Perché i vostri clienti scelgono Officina Cioni?
La cosa più importante è l'onestà, se sbagli qualcosa il cliente lo perdona, ma l'onestà è proprio alla base. L'onestà non teme nessuno, va a testa alta.

  • Auto, Pinterest per la Gen Z
    26 settembre 2022 - Il motore di ricerca visiva Pinterest aiuta i brand automobilistici a raggiungere la Gen Z, quindi i giovanissimi nati dopo il 1995. Per 8 potenziali acquirenti su 10 Pinterest è la piattaforma perfetta per scoprire nuovi marchi e prodotti auto; soprattutto, chi accede si dichiara pronto a procedere con l'acquisto una volta trovato il 'pin'...

  • Tesla: richiamo per un milione di modelli
    23 settembre 2022 - Tesla richiama 1,1 milioni di auto per problemi ai finestrini. Il colosso delle auto elettriche spiega che il sistema automatico potrebbe non reagire correttamente quando incontra un ostacolo nell'alzare i finestrini. Il problema può essere risolto con un aggiornamento del software. In una lettera al gruppo californiano, l'agenzia americana...

  • Mercato EV, Italia 12esima su 14
    21 settembre 2022 - Effettiva maturità e prontezza rispetto alla mobilità elettrica. È stata impostata su questi parametri la nuova analisi di EY EV (Electric Vehicle) Country Readiness Index, che classifica i 14 principali mercati automobilistici nel mondo analizzando l'offerta, la domanda da parte dei consumatori e la regolamentazione in vigore negli Stati presi...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK