Il carrozziere Massimo Matarazzo:
"In Daytona vogliamo vendere la qualità"

"Daytona? Sì, ci piaceva anche il circuito, ma più che altro volevamo un nome che rimanesse impresso". Massimo Matarazzo, Giuseppina Giannopolo, Flavio Senigallia e Franco Sciocchetto sono dipendenti della stessa carrozzeria quando decidono di avviare un'attività tutta loro: "Avevamo voglia di fare qualcosa di nostro, di provarci. Io ho 57 anni e lavoro dal 1979, l'esperienza non mancava. Nel 2008 abbiamo aperto Carrozzeria Daytona a Cecina".

Con il senno di poi, è andata bene?
È andata bene. Lavoriamo in una struttura di 450 metri quadrati coperti, oltre a 400 di piazzale e 100 di magazzino, e abbiamo due dipendenti.
Ripariamo una media di 10-12 macchine a settimana. Marchi? Forse facciamo meno Fiat e più BMW, Mercedes, Audi, Jeep...

Fate anche restauro?
Qualcosa, ma sono lavori che impegnano, si fanno in maniera certosina, una tantum. Non abbiamo spazi così vuoti da doverli riempire.

Il dopo pandemia si intravede?
Il Covid ha colpito anche qui, ma siamo stati chiusi solo una settimana; avevamo dei lavori in coda e qualche cliente che l'incidente è riuscito a farlo anche in tempi di blocco. Per l'approvvigionamento ricambi qualcosa avevamo in casa e qualche magazzino funzionava.
Guardando il nostro trend, direi che grandi variazioni non ne abbiamo avute, ma è il dopo Covid che ci spaventa: intanto, c'è il terrore di un nuovo picco in autunno, ma il problema è che in Italia abbiamo bisogno di stare in ansia… Sa che i giornali non li prendo più?

La capisco... Lavora con delle convenzioni?
Un paio di convenzioni assicurative con Vittoria, che ci ha cercato e con cui abbiamo trovato un accordo abbastanza buono, e con Unipol.
Io ho cercato di creare un'azienda per vendere la qualità. Non siamo carrozzeria autorizzata e non lavoriamo con le flotte. In passato siamo stati fiduciari di una grossa concessionaria Mercedes che poi ha chiuso ed è stata rilevata da un'altra proprietà. Il fatto è che non abbiamo volontà di avere un marchio, non vogliamo padroni in casa nostra.

In fatto di ricambi, qual è la politica Daytona?
Solo ricambi originali, a meno che non sia una macchina vecchia o su esplicita richiesta del cliente che chiede di risparmiare. I non originali sono poca roba, io non li propongo mai perché va via molto tempo, non tornano, spesso sono difettosi. Io li sconsiglio sempre. Alla fine, sul totale acquisti il 90 per cento è originale.

Del Cdrt che cosa mi dice?
Sono passati tre, quattro anni fa ed è nato questo accordo. Abbiamo una consegna al giorno, puntuale, il Cdrt ce la fa bastare. A volte il passaggio del furgone non coincide con lo scarico della concessionaria, ma non dipende dal Cdrt.
Invece, è grazie al consorzio che abbiamo un rapporto diretto con il magazzino; io amo contrattare, se ho un'auto con un danno importante chiedo un po' più di sconto.

Per telefono o via Integra?
Chiamo, scrivo, uso Integra... A volte, se è un ordine importante, magari chiamo il magazziniere, ma Integra mi piace, funziona, io mi prendo i codici e li inserisco. 

Secondo lei perché il cliente sceglie Daytona?
Apprezza la puntualità e la qualità del lavoro. Non mi carico, mi prendo le mie 10-12 macchine a settimana per cercare di restituire l'auto nel giorno stabilito, lavata e igienizzata a inizio e fine lavoro. Anche senza il Covid abbiamo sempre messo le protezioni su volante, sedile e cambio, e restituito la macchina pulita dentro e fuori. Ora, la sanificazione si fa già in ingresso, da protocollo.

  • Mercato Luglio: perdite limitate all’11%
    7 agosto 2020 - Gli sforzi fatti dalle case automobilistiche e dalle loro reti di vendita con allettanti offerte promozionali, hanno consentito al mercato italiano nel mese di luglio di limitare la perdita ad un -11 per cento rispetto allo stesso periodo 2019, contenendo il calo della domanda ed anche il rallentamento per l'attesa dell'avvio, dal primo agosto, degli...

  • In vacanza con l'auto
    5 agosto 2020 - Auto, aereo, treno. Sono, in quest'ordine, i mezzi che gli italiani stanno utilizzando per raggiungere la meta delle loro vacanze. Lo comunica l'Osservatorio Autopromotec sulla base di una recente ricerca di Italiani.coop effettuata su un campione rappresentativo della popolazione italiana tra i 18 e i 65 anni di età. In questa estate...

  • Ecobonus: partenza col botto!
    3 agosto 2020 - È partito a vele spiegate l'ecobonus per incentivare l'acquisto delle auto non inquinanti. Sarebbero già migliaia infatti le domande giunte al ministero dello Sviluppo a partire dallo sabato scorso primo agosto. Basti pensare che, secondo notizie rilanciate dall'Ansa, solo nelle prime due ore di attivazione delle richieste sarebbero arrivate ben 3.000...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK