Smart City Index 2020,
Firenze nella top 20

C'è anche Firenze, ultima ma c'è, nella top 20 delle grandi città italiane più sostenibili. A rilevarlo è lo Smart City Index 2020 di Ey che analizza i comuni capoluogo con un focus sulla sostenibilità delle infrastrutture urbane. Le città metropolitane del Nord continuano a dominare la classifica: se Milano, con oltre 3.000 auto e 4.800 biciclette in sharing a fine 2019, è medaglia d'oro per la mobilità condivisa, Trento spicca in tutte le componenti considerate, a partire dalla mobilità, passando per le reti energetiche (rinnovabili, illuminazione pubblica, teleriscaldamento) e le reti ambientali (acqua, verde urbano e rifiuti).
Seconda Torino, terza Bologna, quarta Mantova.

"Da diversi anni", ha detto Andrea D'Acunto, senior manager Ey Advisory, "le città nel nostro Paese si stanno evolvendo in maniera sensibile verso la sostenibilità , attivando iniziative per essere a basso impatto ambientale, favorire la mobilità sostenibile e ridurre fenomeni come inquinamento atmosferico e congestionamento del traffico".

Particolarmente performante è il settore della mobilità: le auto elettriche e ibride sono più che triplicate negli ultimi quattro anni, registrando un aumento del 259 per cento dal 2016; anche il parco circolante ha registrato una diminuzione di auto importante dal 2002 al 2018. In prima linea Milano, che ha eliminato oltre 100.000 veicoli, a fronte di un aumento a Messina, Catania e Reggio Calabria. Dei 109 comuni capoluogo, Lecce e Bari sono le uniche città meridionali presenti tra le prime 50. Chiudono la classifica L'Aquila (107), Catania (108) e Crotone (109).

  • Post-Covid: Italia ancora senza incentivi
    29 maggio 2020 - Mentre la Francia vara un maxi-piano da 8 miliardi per la mobilità e la Germania si appresta a presentare una manovra analoga, l'Italia per il momento non si occupa di sostegni per il settore automotive facendo vedere nero agli operatori di un settore che, nel complesso, rappresenta il 10 per cento del pil nazionale...

  • Come ci muoveremo 'dopo'?
    27 maggio 2020 - Superata l'emergenza Covid, sette italiani su dieci utilizzeranno l'auto per i propri spostamenti; soltanto uno su dieci tornerà a servirsi dei mezzi pubblici, ritenuti poco sicuri sotto il profilo sanitario; la quota restante si divide tra bicicletta, scooter o moto, bike o car sharing. Complice la crisi economica, per l'acquisto di una nuova auto il 47...

  • Coronavirus: l’incubo Renault
    25 maggio 2020 - Continuano a farsi sentire gli effetti devastanti dell'emergenza coronavirus sul mercato dell'automotive. Questa volta a farne pesantemente le spese è Renault che sarebbe "in seria difficoltà finanziaria" e bisogna agire "urgentemente", perché "può scomparire": questo l'avvertimento lanciato dal ministro francese dell'Economia, Bruno Le Maire...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK