Carrozzeria Officina Ferrari,
ricominciare si può

Una storia che abbiamo raccontato altre volte: lui tecnico di officina, lei nell'amministrazione della stessa concessionaria. Mercedes, in questo caso, dove l'atmosfera si fa pesante al punto che Senia Spagnoli e suo marito, Filiberto Ferrari, decidono di lasciare e mettersi in proprio. Hanno 53 e 58 anni e 25 di esperienza nei rispettivi ruoli. Eccoli a Marina di Pisa nella loro Officina Carrozzeria Ferrari.

Un salto nel buio?
Non proprio, sapevamo che provare a fare da soli ci sarebbe piaciuto. E così, il 18 febbraio 2021 abbiamo aperto come Officina Carrozzeria Ferrari. Ci si era presentata una buona occasione, un'azienda di riparazione di circa 500 metri quadrati coperti e un piazzale di 250 i cui titolari, i Fratelli Pisani che Filiberto conosceva, stavano andando in pensione.
Abbiamo rilevato entrambi i rami, officina e carrozzeria, con i due dipendenti e tutte le attrezzature.

Un anno e mezzo dopo com'è il bilancio?
Non possiamo lamentarci. A Marina ci siamo solo noi, l'officina più vicina è a Tirrenia, e anche il litorale non è affollato di riparatori. In più, oltre ai clienti dei vecchi proprietari che abbiamo 'ereditato', l'ultraventennale esperienza in concessionaria ha fatto da calamita.
Certo, non ci si può aspettare i ricavi di tanti anni fa ma si mangia, e quando si riesce a pagare l'affitto, i fornitori, i dipendenti, quello che resta è un di più. Non abbiamo termini di paragone con il periodo pre-pandemia però, anche se di poco, quest'anno dovremmo chiudere con il segno più rispetto all'anno scorso.

Che giro di attività avete?
Abbiamo più passaggi di officina che di carrozzeria, dipende anche dall'entità dell'intervento. In media direi due-tre a settimana come carrozzeria, dove abbiamo un solo addetto, e cinque-otto come officina, dove le mani sono di due persone. Tendiamo a lavorare su appuntamento, ma il veicolo portato dal carro attrezzi, e il cambio olio o la batteria a terra extra ci sono sempre.

Visto il vostro passato in Mercedes, che cosa entra in Via Flavio Andò?
Sicuramente parecchie Mercedes, ma siamo riparatori multimarca ed entra un po' quello che circola: Fiat, Toyota, Nissan... dall'utilitaria al suv alla supercar, e anche qualche veicolo commerciale.
Come carrozzeria siamo convenzionati con Unipol e Vittoria, è vero che le tariffe sono un po' più basse ma i clienti arrivano e non hanno franchigie; e poi non è che con i privati puoi alzare tanto i prezzi, se no finisce che cominciano a fare il giro delle carrozzerie a caccia di preventivi finché trovano quello più conveniente.

Ricambi originali per tutti?
La nostra è un'attitudine mentale, vale per Mercedes e non solo. Ma ogni valutazione deve essere singola e prendere in considerazione il tipo di macchina, l'età, il portafoglio del cliente. C'è chi ti dice che vuole solo ricambi originali e chi ti chiede di risparmiare.
Quando compriamo originale è il Cdrt che consegna. Il servizio del consorzio lo conoscevamo già, ci siamo affiliati subito. Marina di Pisa è un po' fuori mano rispetto alle concessionarie, andare a Livorno o a Pisa per prendere i ricambi sarebbe stato scomodo e oneroso. Con il Cdrt abbiamo una consegna al giorno, un servizio molto, molto gradito. E poi, per qualunque necessità possiamo contare su Marco (Scarpi, promoter di riferimento, nda).

Per esempio chiedere assistenza alle concessionarie?
Qui sono tutti ex colleghi, giochiamo in casa, quando Filiberto ha bisogno chiama direttamente il capofficina. Fino ad oggi ha sempre trovato la porta aperta.

Come quella di Officina Carrozzeria Ferrari?
I clienti ci scelgono perché dicono che si trovano bene. Vedono professionalità, disponibilità, cortesia. E servizio: soprattutto con le persone più anziane capita spesso di fare la presa e riconsegna a domicilio. Nei paesi come il nostro, dove ci si conosce tutti, funziona il tam tam.

  • Legambiente, è sempre più Mal'Aria
    30 gennaio 2023 - È un podio da maglia nera, anzi da Mal'Aria, quello conquistato da Torino, Milano e Asti, rispettivamente prima, seconda e terza classificata nel Rapporto condotto da Legambiente sull'inquinamento atmosferico di 95 città italiane. Insieme a Modena, Padova e Venezia, l'anno scorso le tre città hanno registrato più del doppio degli...

  • Mercato usato 2022: la crisi si è fatta sentire
    27 gennaio 2023 - Pur confermandosi come canale preferito dagli italiani, il mercato delle auto usate nel 2022 segna un'inversione di tendenza, registrando un calo del 10,2 per cento dei passaggi di proprietà netti (2.725.019) rispetto al 2021. Lo rende noto una ricerca di AutoScout24. Secondo l'analisi, nell'usato il diesel continua a mantenere...

  • L'elettrico viaggia su due ruote
    25 gennaio 2023 - A differenza delle vetture, l'immatricolato delle due ruote elettriche ha registrato nel 2022 un vistoso aumento: +59 per cento tra ciclomotori, scooter, moto (e quadricicli elettrici). Dai poco più di 4.200 veicoli venduti nel 2018, l'anno scorso si sono raggiunte le oltre 23.300 nuove targhe, grazie anche agli incentivi all'acquisto e alle opportunità...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK