Alessandro Bianchi a Rodi,
luna di miele... per quattro

"Mi ci hanno mandato di forza". Scherza Alessandro Bianchi quando gli chiedo se il viaggio premio a Rodi se l'è conquistato a braccio di ferro con i due soci. Invece, complice il suo matrimonio un paio di settimane prima, Valentino Cosci e Stefano Cirri hanno pensato bene di fargli un regalo extra. Ed eccolo, di nuovo in Italia Autocarrozzeria (azienda di Prato che fa capo ad Auto Italia Service), con i ricordi freschi di "una vacanza perfetta".

Una luna di miele imprevista?
Per me e mia moglie Elena, e per i nostri figli, Roberto di 20 mesi e Greta di nove anni (che la mattina andava al miniclub e spariva fino alla sera, spettacolare). È stato tutto perfetto, dal posto al servizio, all'organizzazione. Ci siamo trovati benissimo, anche a livello di situazioni personali, di amicizia, con i ragazzi del Cdrt. Davvero un bel gruppo.

Siete clienti del consorzio da molto?
A me sembra dal momento che il consorzio ha iniziato a lavorare su Prato. C'è un bel rapporto con Francesco (Petrocelli, promoter di riferimento, NdA), ma anche i colleghi che ordinano i ricambi con il portale di AsConAuto mi dicono che funziona tutto bene. Il servizio di consegna è due volte al giorno e dalle concessionarie, comprando tanti ricambi, quando abbiamo un problema sinceramente abbiamo un aiuto in più.

L'originale è una scelta esclusiva?
Quasi, anche perché molte volte vedo che il concessionario tende a fare dei buoni sconti. Alla fine, se il pezzo di concorrenza ti fa risparmiare qualcosa ma magari, specie sul lamierato o il rivestimento, 'fa schifo', mi scusi il termine, conviene montare ricambi originali.

Quanto si lavora in Via Roma 575?
Non si sta un minuto fermi! Nel reparto carrozzeria ripariamo dalle 15 alle 20 auto a settimana; per l'officina è più difficile rispondere perché c'è il giorno che ti capita il lavoro breve come la pasticca dei freni e settimane che su una macchina ci stai tre giorni; anche le revisioni sono difficili da quantificare, a volte si muovono tutti a fine mese, a ridosso della scadenza, e c'è la settimana che ne fai dieci e quella dopo che ne fai 25.

Siete un centro servizi a tutti gli effetti...
L'azienda nasce negli anni 80 come carrozzeria, ed era stata fondata dallo zio di Stefano Cirri con un altro socio. Poi nel 1999 ha traslocato dove siamo ora ed è entrato in società Valentino Cosci. Io, che avevo un'officina di meccanica-elettrauto, sono arrivato come dipendente nel 2008 e due anni dopo sono diventato socio. Quando si è liberato il capannone accanto alla carrozzeria ci siamo ampliati e abbiamo accorpato in un locale unico carrozzeria, officina ed elettrauto. Nel locale dove avevo la mia attività oggi abbiamo il servizio gomme e nel 2017 abbiamo aggiunto anche il servizio revisioni.

Restando multimarca?
Siamo stati autorizzati Alfa Romeo per un periodo, ma rendeva poco. Siamo multimarca ed entra di tutto, dalle piccole alle grandi, anche qualche camper e furgone.
Non abbiamo più convenzioni assicurative, che non funzionavano, e per il momento non abbiamo accordi nemmeno con le compagnie di noleggio. E comunque per il noleggio abbiamo il nostro marchio, Car Discount.

Perché i clienti scelgono Auto Italia Service?
Diamo un servizio a 360 gradi. E siamo sempre disponibili.

  • Carburanti: ecco il filtro in plastica riciclata
    21 ottobre 2019 - Sogefi, società di componentistica auto del gruppo Cir, ha vinto il premio "International Grands Prix Automotive Innovation" per il primo filtro per carburante in plastica realizzato in materiale interamente riciclato. Il riconoscimento è stato attribuito dalla fiera internazionale di Parigi Equip Auto 2019 per la migliore innovazione tecnologica...

  • Settembre, riparazioni in calo
    18 ottobre 2019 - I prezzi si sono mantenuti su livelli normali e la situazione è di stabilità ma, a settembre, il sentiment del settore assistenza secondo il Barometro dell'Osservatorio Autopromotec non è esattamente positivo. La quota di autoriparatori che segnalano un alto livello di attività di officina è del 14 per cento, in calo rispetto al 24 e al 20 per cento...

  • Seat cambia pelle e diventa Cupra
    16 ottobre 2019 - In accordo con Herbert Diess, numero uno del Gruppo Volkswagen, e soprattutto per supportare la strategia di cambiamento che è stata annunciata dallo stesso Diess al Salone di Francoforte, il top management di Seat potrebbe decidere di cambiare il nome dell'azienda spagnola e trasformarlo in Cupra, come...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK