Daniele Cordoni (Carrozzeria Labronica):
"Per ora, è un crescendo strepitoso"

Se nel 2016 mi aveva salutata invitandomi "a vedere i nostri spot su Youtube", un concentrato di humor livornese, quattro anni dopo mi suggerisce di "andare su Facebook. Oltre a lavorare, i ragazzi hanno in mano la comunicazione". Segno dei tempi, certo, e anche di un passaggio di testimone che si sta lentamente preparando. In Carrozzeria Labronica a Livorno Daniele Cordoni, socio titolare insieme al fratello Claudio, è il solito fiume in piena: "Poveri pisani, poveri fiorentini… Ma prendiamo ad esempio questa stagione: che ci fa un fiorentino a Firenze? Che cosa fa quando ha guardato 53 volte le statue? Meglio andare al mare…".

Anche le vostre pagine Facebook sono un misto di serietà e simpatia...
Guardi, in Carrozzeria Labronica siamo bravi e fortunati. Fortunati perché è difficilissimo trovare carrozzerie e officine con la terza generazione in azienda.
Di nuovo, rispetto al 2016, c'è che si è inserito mio figlio Valerio, che ha 30 anni e oggi ha una parte delle mie quote; mio nipote Gregorio, invece, che ha 22 anni ed è già verniciatore provetto (oltre che un bravo fotografo), è in organico e prossimamente diventerà socio. I nostri ragazzi, oltre a lavorare con noi, hanno in mano la comunicazione.
Per il resto, siamo sempre in dieci, siamo costanti.

Quanti danni ha fatto il Covid in Via Provinciale Pisana?
Come Codice Ateco potevamo rimanere aperti, e infatti a marzo abbiamo smaltito il lavoro prenotato, ci sono state pochissime defezioni da parte dei clienti e trovavamo anche i ricambi (Baroncini Nello, la nostra concessionaria di riferimento per noi che siamo autorizzati Peugeot, ci ha dato la possibilità di acquistare multimarca).
La sofferenza c'è stata ad aprile e le prime tre settimane di maggio, però zero zero non abbiamo fatto. Mio figlio fa parte del Car Detailing Italia, e hanno deciso di fare qualcosa per il Covid: tra ambulanze della Misericordia e Croce Rossa, mezzi dei vigili urbani e della finanza, abbiamo sanificato gratuitamente non meno di 250 veicoli.
Sono convinto che se ognuno di noi fa la propria parte e ci mette un pezzettino si tappano tutti i buchi. Mi fa ridere chi dice "c'è la strada sporca", basterebbe che pulissimo dieci metri per uno... E poi, se fai cassa integrazione devi renderti socialmente utile.

D'accordo con lei. Il lavoro è ripartito?
È ripartito a metà giugno in un crescendo strepitoso, sempre in aumento. Per me tutto dipenderà da che cosa decideranno: se ci sarà una nuova ondata o no, sono stati dei geni a gestire la situazione, a seminare il terrore anche in luoghi come Livorno dove non è successo niente. Il livornese abbraccia anche i pali, ma sono stati bravi a creare la distanza...
A settembre, economicamente, qualcosa di ripercussione ci sarà. Ma a me, in carrozzeria, mi è tornato tutto come prima: siamo sui venti ingressi a settimana con Peugeot che pesa per un 25 per cento.

Oltre a Peugeot, solo ricambi originali in Labronica?
Per il 95 per cento. Il 5 restante è determinato dalla volontà del cliente quando vuole risparmiare, ma la nostra politica è originale, non c'è verso. Io ricambi di concorrenza di default non li voglio. Sul risultato finale non c'è paragone, non ascolti nessuno. 

Del Cdrt che cosa mi dice?
Siamo diventati clienti dopo essere stati contattati da Marco, che vorrei tanto citare perché è una persona stupenda, con doti umane eccezionali. Marco Conti, grande Marco Conti. Lo conosco da quando conosco il consorzio, che ho apprezzato da subito, e come me mio fratello, un'idea geniale. Purtroppo ci sono dei colleghi che non lo capiscono, non capiscono che hanno un interlocutore che ti soddisfa al cento per cento. Il Cdrt è un partner della carrozzeria.
Non c'è nemmeno bisogno di sentirsi per telefono con le concessionarie, che tra l'altro sento poco perché io ordino con Integra, un risparmio di tempo spaventoso.
Invece, c'è una cosa che devo dire e riguarda la convention di due anni fa (la festa per il diciottesimo del consorzio all'ormai ex ObiHall di Firenze, nda): sul palco c'erano tanti colletti bianchi, ma secondo me dovevano presentare i ragazzi, logistici e promoter. Sono loro la prima linea del Cdrt.

  • Auto nuova, prezzi sempre più alti
    25 settembre 2020 - È la legge del mercato: aumenta la domanda, aumentano i prezzi. Nel mese di agosto il tasso di crescita su base annua dei prezzi delle auto nuove è salito al +2,7 per cento, in aumento rispetto alla crescita di luglio (+2,4) ma soprattutto in decisa ripresa dopo la tendenza al rallentamento che aveva caratterizzato i primi sei mesi dell'anno...

  • Ue: addio al motore a scoppio
    23 settembre 2020 - Il motore a scoppio, l'invenzione del 1853 che ha rivoluzionato la mobilità umana nel XX secolo, è destinato prima o poi a uscire dal mercato auto dell'Unione europea. A metterlo nero su bianco è la Commissione europea, nella comunicazione sugli obiettivi climatici dell'Unione per il 2030, che prevedono un taglio del 55 per cento...

  • Effetto Covid: Rc auto in ribasso
    21 settembre 2020 - Ci si muove di meno, si comprano meno macchine, si stipulano meno contratti di copertura. Ecco perché il premio diminuisce in modo generalizzato, uno dei pochissimi effetti positivi della pandemia da Covid-19. Secondo l'ultimo bollettino dell'Ivass (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni) il prezzo medio effettivo pagato per l'Rc auto...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK