Il logistico Magnelli
e l'idea di puntualità...

"Quando vedo te so che sono le cinque". Forse il complimento più bello, per un logistico, che sulla puntualità della consegna fonda la sua missione quotidiana. È quello che si sente dire da un suo autoriparatore cliente Massimo Magnelli, storico autista del Cdrt.

Quanto storico?
A novembre compirò cinquant'anni e saranno vent'anni con il consorzio. Ho iniziato nel 1985 come verniciatore in una carrozzeria, poi in un'altra da cui nel '98 sono venuto via perché era molto più industriale; mi sono adeguato ma non mi trovavo bene. Ho fatto un po' di lavoretti a destra e a sinistra finché mio padre ha saputo dal magazziniere della concessionaria Ford dove lavorava che il Cdrt cercava autisti. Mi sono presentato al colloquio ed è andata bene. Dopo tanti anni al chiuso mi piaceva l'idea di stare fuori, di andare in giro... Io sono anche un tipo solitario, il lavoro di logistico faceva per me: ti autogestisci, fai la tua consegna, due chiacchiere con il cliente, rimonti sul furgone e via. L'unica cosa... non avevo calcolato il traffico di Firenze!

Che zona copre?
Da sempre faccio la gita di Scandicci - Greve in Chianti. Sono circa 200 chilometri al giorno, a pieno regime vedo una cinquantina di clienti. Il giro della mattina è più lungo come distanze ma ho meno clienti da servire, quello del pomeriggio è il contrario, faccio meno chilometri restando in città ma vedo più clienti.

Che cosa apprezzano di lei gli autoriparatori Cdrt?
Penso la gentilezza, mi faccio vedere che ho portato la merce, se c'è da spiegare spiego, saluto sempre, la battuta ci scappa.
Qualche cliente abituale a volte mi dice: "quando vedo te so che sono le cinque". Io sono sempre a guardare l'orologio, l'inconveniente ci sta ma bene o male siamo tutti abbastanza puntuali, i giri sono studiati in maniera da arrivare da tutti all'ora prevista. Un difetto? Ho il piede... pesante.

Questo dopo Covid si comincia a intravedere?
Non è come gli anni passati, ma piano piano la ripresa c'è. Chi più chi meno, i clienti il lavoro ce l'hanno. Non sappiamo se la gente avrà soldi da spendere per riparare la macchina, qualcuno in vacanza quest'anno non ci andrà e la macchina magari nemmeno la userà, però vedo dai ritiri in Fiat, per esempio, che sto riempiendo il furgone.
I clienti non mi hanno fatto vedere che sono preoccupati, anzi, mi sembrano abbastanza ottimisti.

Ha avuto paura del Covid nelle settimane più critiche?
Io ero abbastanza positivo, mi sentivo a posto fisicamente, non gli davo tutto quel peso. La disponibilità a lavorare l'abbiamo data un po' tutti, l'idea di stare a casa - anche se alla fine mi è toccato starci - mi faceva più pensiero del Covid.

L'anno scorso è stato in viaggio premio a Rodi, un premio anche per lei?
Un bel premio, veramente io non me l'aspettavo. Vedere i clienti nella tranquillità della vacanza, beh, sono persone umane come noi; in officina con la tuta e le mani nere ti fanno quasi paura.
È stato ganzo.
Abbiamo fatto gruppo, si mangiava insieme, si facevano le escursioni insieme, i teatrini… Ho avuto modo di conoscere uno dei concessionari soci: ha l'età del mio babbo e siamo andati a fare paracadute insieme!

Quando non è sul furgone Massimo Magnelli che cosa fa?
Mi piace aggeggiare, come si dice qua, e poi vado in bicicletta da tanti anni, prevalentemente mountain bike. L'anno scorso mi sono preso anche una stradale e ho cominciato ad andare sulle strade, ma mi piace meno. La cosa curiosa è che la mountain bike che andrebbe tenuta in campagna io la tengo a Firenze, e invece sulle colline del Mugello uso la stradale!

  • Mercato Luglio: perdite limitate all’11%
    7 agosto 2020 - Gli sforzi fatti dalle case automobilistiche e dalle loro reti di vendita con allettanti offerte promozionali, hanno consentito al mercato italiano nel mese di luglio di limitare la perdita ad un -11 per cento rispetto allo stesso periodo 2019, contenendo il calo della domanda ed anche il rallentamento per l'attesa dell'avvio, dal primo agosto, degli...

  • In vacanza con l'auto
    5 agosto 2020 - Auto, aereo, treno. Sono, in quest'ordine, i mezzi che gli italiani stanno utilizzando per raggiungere la meta delle loro vacanze. Lo comunica l'Osservatorio Autopromotec sulla base di una recente ricerca di Italiani.coop effettuata su un campione rappresentativo della popolazione italiana tra i 18 e i 65 anni di età. In questa estate...

  • Ecobonus: partenza col botto!
    3 agosto 2020 - È partito a vele spiegate l'ecobonus per incentivare l'acquisto delle auto non inquinanti. Sarebbero già migliaia infatti le domande giunte al ministero dello Sviluppo a partire dallo sabato scorso primo agosto. Basti pensare che, secondo notizie rilanciate dall'Ansa, solo nelle prime due ore di attivazione delle richieste sarebbero arrivate ben 3.000...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK