Tiziano Cervigni, "Nella nostra officina
non si torna per lo stesso problema"

L'appuntamento telefonico con Tiziano Cervigni è per le 12.40, non per le 12 e mezza o un quarto all'una. Una precisione al minuto che riflette perfettamente il suo modo di lavorare in Autofficina Petito & Cervigni a Bientina, in provincia di Pisa.

Trent'anni e più sulla piazza?
Dal 1989, ma è dal 2005 che siamo in Via Marco Polo, io e il mio socio con due dipendenti. Abbiamo traslocato perché ci serviva più spazio: ora lavoriamo in 300 metri quadrati coperti, oltre a mille di piazzale.

Sufficienti per il vostro giro di lavoro?
Sì, anche se con il trasloco abbiamo perso dieci clienti vecchi e acquistato duecento clienti nuovi. Siamo da sempre autorizzati Fiat, siamo riusciti a mantenere il marchio anche se a volte chiedono troppo, pretendono... ma alla fine un marchio porta tagliandi, porta clientela, porta lavoro. Fiat e Fiat Professional incidono per almeno il 60 per cento.

L'offerta di servizi è completa?
Meccanica, elettrauto, servizio gomme, mentre le revisioni le offriamo in appoggio. Potremmo anche mettere un banco prova per le revisioni, potremmo ma non lo facciamo per evitare un lavoro 'a catena di montaggio', preferiamo seguire bene i nostri clienti per problematiche che possono presentarsi e che vanno oltre il normale tagliando. Come le dicevo, con il trasloco e il passaparola i clienti sono aumentati, e a noi i problemi piace risolverli ed evitare che la macchina torni per lo stesso motivo.

Che cosa guidano?
La prevalenza non è senz'altro l'alta gamma, dalla Panda e dalla 500 arriviamo fino a Jeep Compass e Renegade; e poi, come Fiat Professional, furgoni Ducati di diverse ditte clienti.
L'elettrico? Non si vede ancora, l'ibrido sì. Comunque, essendo autorizzati Fiat, abbiamo sostituito uno dei cinque ponti con un ponte per i veicoli elettrici e installato una colonnina per la ricarica.

Avete convenzioni con le compagnie di noleggio?
Le avevamo e non vedevamo l'ora di lasciarle, facciamo solo servizio al corpo delle guardie giurate. Il noleggio è un altro mondo, si perde troppo tempo in cavilli e per recuperare devi lavorare anche sulla lampadina. 

Il lavoro non manca, in Petito & Cervigni. La crisi da pandemia è alle spalle? 
È superata, anche se quello che abbiamo perso nei due mesi di lockdown non l'abbiamo più recuperato. Abbiamo il nostro tran tran regolare, siamo soddisfatti. Sulle bollette non le so ancora rispondere, c'è un punto interrogativo, intanto però il contratto con il gestore è bloccato per due anni.

Con questa crisi economica i clienti puntano a risparmiare sui ricambi?
Capita il cliente che non vuole spendere e, in quel caso, optiamo per la concorrenza, ma l'80 per cento dei ricambi che montiamo è originale. Con i veicoli Fiat e Fiat Professional solo originale, ma anche sulle altre marche la tendenza è quella. Quando ho montato originale e ho dato la mia ricevuta io sono coperto, se anche salta fuori un problema dormo fra tre guanciali.

Clienti che si presentano con il ricambio in mano?
Fino a qualche tempo fa non succedeva mai, ora capita raramente. Se accetto il lavoro avviso che alzerò il prezzo della manodopera, oppure do l'appuntamento a un mese anziché a una settimana. È un modo per dissuaderli educandoli, senza mandare via nessuno. 

Autofficina Petito & Cervigni è affiliata Cdrt, ma ci avete pensato un po'...
È vero, ero scettico sul servizio, oggi senza Cdrt saremmo rovinati. Loro non smettevamo di venire a trovarci, poi qualche concessionario ce ne ha parlato bene e ormai da anni siamo clienti soddisfatti. Il mio promoter, Marco Conti, è una persona squisita, da dieci. Ci chiama e si informa, ma in genere non diamo noia a nessuno.
Il furgone del Cdrt arriva tutti i giorni e sempre alla stessa ora. Sapere che i ricambi arrivano, e arrivano tutti insieme, permette di programmare il lavoro.

Da riparatore autorizzato capita di avere bisogno delle concessionarie?
Difficile che abbiamo di questi problemi perché con quattro strumenti per la diagnosi siamo autonomi. Se capita - quelle tre, quattro volte in un anno - telefono in magazzino e il magazziniere mi passa il capofficina. Con il cliente che compra ricambi da loro problemi non ce ne sono.

Perché i clienti scelgono Petito & Cervigni?
Per la disponibilità, la trasparenza, e perché il problema si risolve.

  • Legambiente, è sempre più Mal'Aria
    30 gennaio 2023 - È un podio da maglia nera, anzi da Mal'Aria, quello conquistato da Torino, Milano e Asti, rispettivamente prima, seconda e terza classificata nel Rapporto condotto da Legambiente sull'inquinamento atmosferico di 95 città italiane. Insieme a Modena, Padova e Venezia, l'anno scorso le tre città hanno registrato più del doppio degli...

  • Mercato usato 2022: la crisi si è fatta sentire
    27 gennaio 2023 - Pur confermandosi come canale preferito dagli italiani, il mercato delle auto usate nel 2022 segna un'inversione di tendenza, registrando un calo del 10,2 per cento dei passaggi di proprietà netti (2.725.019) rispetto al 2021. Lo rende noto una ricerca di AutoScout24. Secondo l'analisi, nell'usato il diesel continua a mantenere...

  • L'elettrico viaggia su due ruote
    25 gennaio 2023 - A differenza delle vetture, l'immatricolato delle due ruote elettriche ha registrato nel 2022 un vistoso aumento: +59 per cento tra ciclomotori, scooter, moto (e quadricicli elettrici). Dai poco più di 4.200 veicoli venduti nel 2018, l'anno scorso si sono raggiunte le oltre 23.300 nuove targhe, grazie anche agli incentivi all'acquisto e alle opportunità...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK