Autocarrozzeria San Giusto
fa largo ai giovani

Con i suoi 25 anni Andrea Carniato è pronto a prendere le redini di Autocarrozzeria San Giusto a Prato, redini che papà Graziano ha deciso di cedergli (così come la cugina Greta quelle fino a ieri in mano a mamma Maria Grazia, sorella e socia di Graziano). Ma da qui a sentirsi un capitano d'industria ce ne corre. E infatti, la prima frase che gli esce è un ringraziamento al padre: "La sua figura serve sempre, mi sento di dover imparare ancora tantissimo da lui. Più imparo e più saprò gestire. E poi ci si lavora bene insieme, anche caratterialmente".

Lei e Greta siete la terza generazione esponente di un'azienda di famiglia storica. Una bella responsabilità...
Sì, è stata fondata nel 1953 dal nonno Fidenzio e suo fratello con altri due soci. Io sono entrato in modo consapevole quando avevo 16 anni, ma già durante le superiori - sono perito industriale - in estate e al pomeriggio venivo qui. Dal 2014 faccio parte dell'organico in modo ufficiale, dieci persone in tutto. Diciamo che ho capito che papà stava cominciando a passare il testimone quando è andato in vacanza e mi ha lasciato da 'solo', ma anche se io e Greta abbiamo assunto la gestione della carrozzeria, i nostri genitori sono presenti e operativi.

Altre novità recenti?
Ci siamo allargati un anno e mezzo fa in un capannone adiacente per aggiungere gommaio e meccanica. Ora la struttura è di cira 800 metri quadrati coperti. Siamo molto più carrozzeria che tutto il resto, ma vogliamo prendere il cliente da ogni lato. Alla richiesta di un consiglio sappiamo rispondere.
L'ultima novità è che da circa un anno siamo autorizzati Citroën. Abbiamo voluto provare, per capire che mondo potesse essere questo. Il cartello è fuori e comincia a farsi notare, in una settimana, due al massimo, almeno una Citroën entra.

Il giro di lavoro si sta allargando?
Macchine consegnate a settimana sono intorno alle 15-16. Ci espandiamo su tutti i lati, dalla microcar alle supercar, non facciamo distinzioni. Chi porta lavoro va sempre bene. Vediamo tanto Gruppo Fiat e tanto tedesche. E ci stiamo accorgendo che i proprietari di macchine 'importanti' hanno piacere a portarle da noi per il servizio e la qualità della riparazione.

Clienti assicurativi?
Ci scelgono anche tanti privati, da Prato e provincia oltre che da Firenze, ma siamo convenzionati con Allianz, HD, Helvetia, Banca Intesa, Sara… Siamo quasi obbligati, obbligati tra virgolette, per non perdere clienti che si sentono dire che devono andare da una carrozzeria convenzionata. Il ritorno però c'è.

Non ha citato le compagnie di noleggio...
No, non ci garba lavorare sottocosto, non sarebbe lavoro fatto bene. Vogliamo la qualità.

Qualità è anche ricambio originale?
Montiamo quasi solo originale. Poi bisogna considerare l'età dell'auto e altre cose, ma il ricambio originale è quello prescelto per la qualità del lavoro e perché non devi adattarlo, come un ricambio non originale, perdendo tempo.
Succede che si presentino clienti che hanno comprato ricambi su internet: non li si respinge perché se il lavoro non glielo fai tu glielo farà qualcun altro, ma cerchiamo di scoraggiarli dando consigli.

Quando sono ricambi originali arrivano in Via del Purgatorio con un furgone del Cdrt?
Non siamo tra i primi 150 autoriparatori che sono diventati clienti del consorzio, 19 anni fa, ma è stata questione di pochi mesi.
Oltre a vedere l'aspetto dei ricambi io vedo i rapporti con le varie concessionarie, con i partner, e vedo che è un'azienda molto molto seria, molto organizzata, migliorata nelle consegne. E la vedo sempre più moderna.

Come ordina i ricambi?
Io uso molto Integra. C'è da stare un po' attenti ai passaggi iniziali, però il sistema funziona, e so che a breve il portale dovrebbe essere migliorato e aggiornato.

A proposito di aggiornamenti: è stato ad Autopromotec e prima ancora a Service Day. Un autoriparatore che esce dalla 'tana'...
È una cosa che mi interessa, è un modo per fare formazione, per capire meglio questo lavoro, per crescere.
Ad Autopromotec ho lasciato tanti biglietti da visita, si sono aperte delle porte, qualcuno è già venuto a trovarci. 
Mi piacerebbe tornare anche a Service Day. L'anno scorso ho partecipato a diverse sessioni, erano molto interessanti, peccato che alcune si sovrapponessero come orari. Comunque non ci sono andato da solo, eravamo tutti e quattro: io, Greta, Graziano e Maria Grazia.

  • Sicurezza: arriva nuovo airbag centrale
    23 settembre 2019 - Da sempre impegnato nello sviluppo tecnologico dei propri modelli a marchio Hyundai e Kia, il Gruppo Hyundai riserva agli studi sulla sicurezza una speciale attenzione. Ora è la volta di una importante tappa nel miglioramento della sicurezza passiva, con la realizzazione di un nuovo airbag frontale centrale, molto compatto e più...

  • Revisioni, primo semestre stabile
    21 settembre 2019 - Sostanzialmente stabile il costo sostenuto dagli italiani nel primo semestre per far revisionare il proprio veicolo: 504,4 milioni di euro complessivi, lo 0,3 per cento in più dei 502,9 spesi nello stesso periodo dell'anno scorso. Secondo l'Osservatorio Autopromotec, che ha elaborato i dati del Ministero delle Infrastrutture e dei...

  • Mercato Europa: ad agosto pesante calo
    18 settembre 2019 - Prosegue in estate il calo del mercato Europeo dell'automobile: al piccolo rimbalzo di luglio (+1,2 per cento) segue infatti una pesante riduzione ad agosto (-8,6 per cento anche per il confronto con la forte crescita di agosto 2018 per effetto della successiva introduzione del WLTP), con una perdita netta di 84.217 unità nel bimestre. Secondo i dati...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK