Scarabicchi Motor Service,
"Che fortuna essere nel Cdrt"

"Dove lo smaltisci l'olio? E le pastiglie? E le batterie?". Stefano Scarabicchi, titolare di Scarabicchi Motor Service di Montemurlo (Po), alza il velo sugli effetti collaterali di un fenomeno che sta prendendo piede: l'acquisto dei ricambi da parte di alcuni clienti 'fai da te'.

Un fenomeno preoccupante?
Sta diventando un'abitudine, e da professionisti quali siamo non va assecondata. Se il pezzo è sbagliato e lo scopri quando smonti la macchina, poi la macchina ce l'hai in mezzo ai piedi finché non trovi il ricambio giusto. E la qualità di quello che certi clienti portano? Non gliela voglio descrivere! Già alcuni ricambi non dovrebbero nemmeno venderli, a un privato, perché poi dove lo smaltisci l'olio? E le pastiglie? E le batterie? Se uno compra su Autodoc e si monta da sé, questa roba dove la butta?
Tra i costi di un'officina non c'è 'solo' l'affitto ma, appunto, il servizio di smaltimento dei rifiuti.

Tornasse indietro, riaprirebbe Scarabicchi Motor Service?
È una domanda da un milione di dollari... Sono stato per 12 anni in società con un'altra persona, sempre in un'autofficina, ad un certo punto abbiamo cominciato a vederla in modo diverso e me ne sono venuto via. Nel 2016, avevo 37 anni, ho cercato un fondo vuoto, 600 metri quadrati di magazzino, l'ho affittato e sono ripartito. Ho due dipendenti, un operaio e mia sorella che segue l'amministrazione.

Anni difficili gli ultimi?
Il 2020 e il 2021 non sono andati bene, è stata dura. Il finanziamento che ho avuto durante la pandemia ora va restituito, e gli investimenti per partire sono ancora sulle spalle. Ci sono difficoltà che nelle attività vanno messe in conto, ma la pandemia non è la norma. L'Italia si sta indebitando sempre di più e la gente ha sempre meno soldi; qualcuno ti vede giovane, il lavoro te lo fa fare, poi al momento del conto iniziano i problemi. C'è da stare con gli occhi aperti, comunque il 2022 sta andando un pochino meglio.

Che cosa ripara?
Sono un multimarca, nella zona industriale però al confine con un paese, quindi ho per clienti sia ditte che privati. Si sta su una fascia media, sul circolante, non vedo una predominanza di marchi.
Legarmi io a un marchio? Sarebbe un investimento troppo alto. Oggi conto più o meno cinque ingressi al giorno, oltre alle emergenze. Qualcosa di ibrido, niente di elettrico.

Le convenzioni con le compagnie di noleggio la tentano?
Mi hanno fatto una proposta attraverso Magneti Marelli - sono Officina Checkstar - per la filiale di una compagnia che ha aperto a Prato. Ho detto "valutiamo quello che vogliono". Vogliono comprare i ricambi loro, vogliono che vai a prendere e riportare la macchina, vogliono decidere la tariffa oraria... A queste condizioni ho detto "Grazie no, continuo a fare i miei lavori".

Di meccanica e?
Gomme e poi revisioni in appoggio. Per aggiungere il servizio di elettrauto mi servirebbe la persona adatta.

Da cliente Cdrt propende per il ricambio originale?
A parte che con certi ricambi sei obbligato perché non c'è l'alternativa in aftermarket, nel mio quotidiano c'è il ricambio originale. A volte c'è della qualità in più, e anche in fase di montaggio sei sicuro di non avere problemi, lo prendi e lo installi, senza perdere tempo ad adattarlo come invece devi fare con il ricambio di concorrenza. Con l'originale si dà un servizio migliore e anche noi come installatori lavoriamo meglio.

Ordina utilizzando ARiA?
Ho anche la app, ma tante volte chiamo. Non sono molto tecnologico, se non mi rispondono ci pensa mia sorella Sara. Se arriva qualcuno in officina devo parlare con il cliente, non posso perdere tempo.

Sarà contento di avere la consegna a domicilio...
Il servizio di consegna - alle 14.30 e alle 17.30 - è una cosa determinante. Se io non avessi questa fortuna di essere nel consorzio, tutte le volte che mi arriva il ricambio dovrei lasciare l'officina e andarmelo a prendere. L'unica cosa, è che quando trattavo con i concessionari uno per uno, sicuramente strappavo uno sconto un po' più alto.

A proposito di concessionarie, sono disponibili a fornirle assistenza quando serve?
Glielo dico proprio con il cuore, dipende dal magazziniere: c'è quello bravo che conosce quello di cui si parla ed è facile, ma c'è anche quello che tanto il 27 del mese gli arriva lo stipendio...
Io però in zona ho un promoter che è d'oro, Francesco Petrocelli: per qualsiasi problema lui c'è, io gli rimango simpatico, gli piace la mia officina…

Piace anche ai suoi clienti... Perché vengono da lei?
Per fiducia, per conoscenza, per passaparola. Non mi serve farmi pubblicità.

  • Legambiente, è sempre più Mal'Aria
    30 gennaio 2023 - È un podio da maglia nera, anzi da Mal'Aria, quello conquistato da Torino, Milano e Asti, rispettivamente prima, seconda e terza classificata nel Rapporto condotto da Legambiente sull'inquinamento atmosferico di 95 città italiane. Insieme a Modena, Padova e Venezia, l'anno scorso le tre città hanno registrato più del doppio degli...

  • Mercato usato 2022: la crisi si è fatta sentire
    27 gennaio 2023 - Pur confermandosi come canale preferito dagli italiani, il mercato delle auto usate nel 2022 segna un'inversione di tendenza, registrando un calo del 10,2 per cento dei passaggi di proprietà netti (2.725.019) rispetto al 2021. Lo rende noto una ricerca di AutoScout24. Secondo l'analisi, nell'usato il diesel continua a mantenere...

  • L'elettrico viaggia su due ruote
    25 gennaio 2023 - A differenza delle vetture, l'immatricolato delle due ruote elettriche ha registrato nel 2022 un vistoso aumento: +59 per cento tra ciclomotori, scooter, moto (e quadricicli elettrici). Dai poco più di 4.200 veicoli venduti nel 2018, l'anno scorso si sono raggiunte le oltre 23.300 nuove targhe, grazie anche agli incentivi all'acquisto e alle opportunità...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK