Autocarrozzeria Sergio,
"È il cliente che vuole l'originale"

Per arrivare ai livelli di oggi, 'Autocarrozzeria Sergio' di Osmannoro (Fi) è dovuta passare anche per la terribile alluvione di Firenze del 4 novembre 1962: l'attività avviata pochi anni prima da Sergio Aldighieri in Via delle Badesse, in pieno centro storico, è infatti costretta a chiudere per riaprire in brevissimo tempo nella più moderna area di Novoli.

Il vero salto di qualità avviene però nel 1990: sotto la spinta innovativa di Andrea e Silvia, che affiancano il padre nella gestione, la carrozzeria trasloca a Osmannoro, due piani in un'area di 1.600 metri quadrati che gli Aldighieri considerano "la nostra sede definitiva".

Oltre ai fratelli, soci titolari, "lavorano nove operai e due amministrative. Ripariamo una media di 15 auto a settimana, per due terzi Mercedes-Benz". Fiduciaria della Stella, Autocarrozzeria Sergio non ha sottoscritto alcuna convenzione assicurativa "perché non vogliamo padroni in casa nostra"; invece, è convenzionata con le società di noleggio Europcar, Leasys e Arval. 

In 'Sergio' si montano "solo ricambi originali: una scelta legata a Mercedes", spiegano Andrea e Silvia, "ma anche al fatto che è lo stesso cliente a chiederli". Da "almeno un decennio siamo affiliati al Cdrt, per il grande vantaggio della consegna a domicilio. Tu ordini", è l'efficace sintesi, "e loro portano".

Bene il servizio del consorzio, bene il rapporto con le concessionarie socie: "Ordiniamo i ricambi per telefono e i magazzini rispondono, e se serve una consulenza tecnica la collaborazione c'è, le porte sono aperte".

Come quella al civico 260 di Via San Piero a Quaracchi: "La maggior parte dei nostri clienti arriva da Firenze, ma ce ne sono da fuori, che vengono da molto più lontano. Vuol dire che si sono trovati bene. La disponibilità è tanta, il cliente quando va via è sempre soddisfatto, sia di come è stato accolto e seguito, sia del lavoro fatto". 

  • Auto aziendali, vince il bianco
    19 giugno 2019 - Nel 2015 piaceva nera, e in seconda e terza battuta argento o grigia (per trovarla bianca bisognava scendere nelle preferenze fino al quarto posto); nel 2017 era grigia o al massimo bianca; due anni dopo, il colore più gettonato per l'auto, anche aziendale, è indiscutibilmente il bianco. Risulta da una rilevazione condotta da Econometrica...

  • Tachigrafo digitale: obbligo per bus e tir
    17 giugno 2019 - Per la prima volta a partire dallo scorso 15 giugno, tutti i nuovi camion e gli autobus immatricolati nell'Unione Europea devono avere installato un tachigrafo digitale intelligente. Lo strumento serve a registrare le attività degli autisti per migliorare l'effettiva applicazione delle regole Ue in materia di ore di lavoro alla guida e riposo. L'azione rientra...

  • Auto green: Lombardia al top
    15 giugno 2019 - È la Lombardia la regione top per immatricolazioni di vetture 'green' e per incidenza sul totale vendite (7,3 per cento), ma a crescere maggiormente sono la Puglia (+86,2 per cento), la Toscana (+69,8) e il Molise (+65,9). In calo la Valle d'Aosta: -5,2 per cento. Risulta dall'elaborazione del Centro Studi di AutoScout24 su base dati ACI del periodo...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK