Roberto Roti (Stilauto),
"Per i clienti Cdrt, di tutto e di più"

"Alla mano, diretti, amici". In una frase, la descrizione dei partecipanti al viaggio premio AsConAuto a Rodi. È Roberto Roti a pronunciarla, unico dealer presente della compagine societaria del Cdrt, che con gli autoriparatori clienti ha "tenuto le relazioni. È stato un viaggio molto bello, è sempre bello quando si va tutti insieme".

Al ritorno, eccolo in Stilauto, storica concessionaria Toyota di Prato e da qualche anno presente anche a Pistoia. Un organico complessivo di 33 persone, di cui otto in amministrazione, sei alle vendite e tutti gli altri in area service, questo 2019 "non è però un buon anno, drammatico qui a Prato dove si registra un calo di vendite per tutti i marchi, un po' meno drammatico a Pistoia. Per fortuna abbiamo l'ibrido", continua Roti, "ci battiamo molto su questa strada. Siamo arrivati a numeri incredibili, se vendiamo cento macchine 70 sono ibride".

Naturale la conclusione: "È cambiata la cultura, è in questa direzione che bisogna andare. L'interesse del cliente è alto, lo vedo anche agli Hybrid School voluti da Casa madre. Chi guida ibrido oggi non torna indietro, non torna all'endotermico. Glielo dice una persona che ha fatto mezzo milione di chilometri con l'ibrido, da quando in Italia è arrivata la prima Prius. Da allora non ho guidato altro che ibrido".

Fin qui il dealer e l'automobilista Roberto Roti. Da consigliere di amministrazione del Cdrt, "consorzio che ho contribuito a costruire credendo che l'unione dei concessionari avrebbe portato risultati, concessionari convinti di poter riuscire a vendere ricambi originali mettendosi d'accordo e spendendosi in prima persona", Roti vede "un consorzio che sta bene. Certo, bisogna sempre cercare di fare qualcosa in più, ma a livello di gestione e di servizio non c'è niente da migliorare".

La differenza, nel rapporto con l'autoriparatore cliente, la fanno le concessionarie. La premessa è che "il valore del ricambio originale non si discute, perché la durata di un originale è senza ombra di dubbio più lunga di quella di un ricambio di concorrenza e, soprattutto, se succede qualcosa alla macchina e hai montato un ricambio originale c'è la garanzia e ne risponde la Casa". Il passo successivo lo decide il dealer. In Stilauto, "oltre agli sconti che tutti vogliono, se l'autoriparatore compra da noi avrà il supporto di cui ha bisogno. Alle nostre carrozzerie e officine clienti diamo di tutto e di più".

  • Carburanti: ecco il filtro in plastica riciclata
    21 ottobre 2019 - Sogefi, società di componentistica auto del gruppo Cir, ha vinto il premio "International Grands Prix Automotive Innovation" per il primo filtro per carburante in plastica realizzato in materiale interamente riciclato. Il riconoscimento è stato attribuito dalla fiera internazionale di Parigi Equip Auto 2019 per la migliore innovazione tecnologica...

  • Settembre, riparazioni in calo
    18 ottobre 2019 - I prezzi si sono mantenuti su livelli normali e la situazione è di stabilità ma, a settembre, il sentiment del settore assistenza secondo il Barometro dell'Osservatorio Autopromotec non è esattamente positivo. La quota di autoriparatori che segnalano un alto livello di attività di officina è del 14 per cento, in calo rispetto al 24 e al 20 per cento...

  • Seat cambia pelle e diventa Cupra
    16 ottobre 2019 - In accordo con Herbert Diess, numero uno del Gruppo Volkswagen, e soprattutto per supportare la strategia di cambiamento che è stata annunciata dallo stesso Diess al Salone di Francoforte, il top management di Seat potrebbe decidere di cambiare il nome dell'azienda spagnola e trasformarlo in Cupra, come...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK